BAMBIN GESU’: IN AUMENTO I CASI DI MENINGITE: SOTTO ACCUSA IL CALO DEI VACCINI

20 febbraio 2015

Associazione Consumatori
Torniamo a parlare di vaccini, argomento importante vista la grande disinformazione che ha prodotto un calo rilevato e attenzionato anche dall’Ordine Mondiale della Sanità.

Roma – 20 Febbraio 2015 – In questi giorni tre neonati di 2, 3 e 5 mesi finiti all'ospedale, di cui uno in terapia intensiva, per una meningite causata da Haemophilus influenzae di tipo B, un batterio il cui vaccino è tra quelli obbligatori. E' successo all'ospedale Bambino Gesù di Roma, e secondo i medici la malattia è tornata proprio del calo delle vaccinazioni per cui ci ha appena 'bacchettato' anche l'Oms.

Il vaccino contro l'Haemophilus è contenuto in quello esavalente, che si somministra a partire dai tre mesi di età del bambino, i cui livelli sono precipitati secondo il ministero della Salute al punto più basso degli ultimi dieci anni. 

Quelli più piccoli in teoria sono coperti dal cosiddetto 'effetto gregge', secondo cui sopra una certa percetuale di vaccinazioni l'agente infettante non circola. 

''Per questa malattia c'è un vaccino specifico che protegge i bambini dal rischio di contrarla - sottolinea Alberto Villani, Responsabile di Pediatria Generale e Malattie Infettive del Bambino Gesù - perciò riteniamo che la recrudescenza dei casi sia legata al calo delle vaccinazioni. 

In mancanza di vaccinazione, infatti, il batterio responsabile circola di più e, conseguentemente, colpisce in misura maggiore''. In Italia ogni anno si registrano circa 1.000 casi di meningite da diversi tipi di agenti, per la maggioranza dei quali esiste un vaccino, mentre sono 30 i ricoveri, in media, al Bambino Gesù, con il picco nel primo anno di età.

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Compilando ed inviando il form il sottoscritto dichiara di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali [ vedi privacy ] e acconsentire al trattamento degli stessi.

INFORMATIVA AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Il sottoscritto DICHIARA di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali, ai sensi dell’art. 13 e ss del Reg. UE n. 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27/04/2016

CONSENSO TRATTAMENTO DATI

Il sottoscritto, informato dell’identità del Titolare e Responsabile del trattamento dei dati, della misura, modalità con le quali il trattamento avviene, delle finalità del trattamento cui sono destinati i dati personali, del diritto alla revoca del consenso così come indicato nell’informativa sottoscritta ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, ACCONSENTE ai sensi e per gli effetti dell’art. 7 e ss. del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, al trattamento dei dati personali secondo le modalità e nei limiti di cui all’Informativa al Trattamento dei Dati personali.

A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

CHIEDI AIUTO

MODULI

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]