RECORD DEBITO PUBBLICO E CROLLO VERTICALE DELLA PRODUZIONE. ECCO IL FALLIMENTO DELLA PARTITOCRAZIA

14 maggio 2013

Associazione Consumatori

Crolla la produzione industriale in Italia: -5,2% a marzo rispetto allo stesso mese del 2012. Per Eurostat è il peggior dato tra le grandi economie continentali. 

E' record anche per il debito pubblico, 2.034,725 miliardi di euro, segnando un nuovo record storico dopo i 2.022,7 miliardi raggiunti a gennaio 2013. 

Crolla contestualmente anche l’inflazione e la crescita si ferma all’1,1% dall’1,6% di marzo. Lo rileva l’Istat rivedendo al ribasso le stime (+1,2%). Su base mensile l’indice dei prezzi al consumo resta invece fermo. Il forte rallentamento è dovuto principalmente alla frenata registrata per i beni energetici.  
 
Crolla anche il mercato immobiliare nel 2012. L’anno scorso si sono vendute case per un totale di circa 46 milioni di metri quadrati, con una superficie media per unità abitativa «compravenduta» in calo a 103,5 metri quadrati (-25,4% rispetto al 2011). 


L'Italia risulta essere il fanalino di coda della Comunità Europea. Mancano politiche di sviluppo. Non c'è e non c'è mai stata programmazione.

La partitocrazia ha prodotto esclusivamente tagli lineari che sono stati anche realizzati in comparti che avrebbero potuto produrre sviluppo e posti di lavoro.
--- ARTICOLI CONSIGLIATI

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Compilando ed inviando il form il sottoscritto dichiara di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali [ vedi privacy ] e acconsentire al trattamento degli stessi.

INFORMATIVA AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Il sottoscritto DICHIARA di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali, ai sensi dell’art. 13 e ss del Reg. UE n. 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27/04/2016

CONSENSO TRATTAMENTO DATI

Il sottoscritto, informato dell’identità del Titolare e Responsabile del trattamento dei dati, della misura, modalità con le quali il trattamento avviene, delle finalità del trattamento cui sono destinati i dati personali, del diritto alla revoca del consenso così come indicato nell’informativa sottoscritta ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, ACCONSENTE ai sensi e per gli effetti dell’art. 7 e ss. del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, al trattamento dei dati personali secondo le modalità e nei limiti di cui all’Informativa al Trattamento dei Dati personali.

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]