E LA POSTA .... INVECE DI CERCARE DI RISOLVERE LE PROPRIE INEFFICIENZE ... CERCA DI VENDERE I GRATTA E VINCI

30 giugno 2011

Associazione Consumatori
Il sistema postale italiano non è uno dei migliori e le vicende che ultimamente hanno riguardato proprio la società Poste Italiane non possono essere relative ad un paese evoluto e civile come dovrebbe essere l'Italia.

Capita così di fare la fila (cosa che nei paesi europei è quasi inesistente) per poter pagare delle bollette. Capita anche che la persona che precede il turno è straniera e che chieda semplicemente di cambiare dei soldi. Capita che per poter effettuare questa operazione ci vogliano 3 persone. Una è lo sportellista che non sa effettuare il cambio, il secondo è il collega dello sportellista (che per aiutare il collega in difficoltà abbandona la postazione) che sa effettuare il cambio moneta, il terzo è un collega del collega che, anche egli abbandona la postazione, sa però parlare inglese.

Capita anche che, arrivati finalmente allo sportello si blocchi il sistema (causa operazione di cambio precedente) e che lo sportellista sia costretto a chiamare altro collega (il terzo).

Capita di riuscire finalmente a pagare la bolletta e di sentirsi proporre l'acquisto di un gratta e vinci. Le Poste Italiani dovrebbero forse concentrarsi sulla gestione degli sportelli e non della vendita dei Gratta e Vinci.

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Compilando ed inviando il form il sottoscritto dichiara di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali [ vedi privacy ] e acconsentire al trattamento degli stessi.

INFORMATIVA AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Il sottoscritto DICHIARA di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali, ai sensi dell’art. 13 e ss del Reg. UE n. 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27/04/2016

CONSENSO TRATTAMENTO DATI

Il sottoscritto, informato dell’identità del Titolare e Responsabile del trattamento dei dati, della misura, modalità con le quali il trattamento avviene, delle finalità del trattamento cui sono destinati i dati personali, del diritto alla revoca del consenso così come indicato nell’informativa sottoscritta ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, ACCONSENTE ai sensi e per gli effetti dell’art. 7 e ss. del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, al trattamento dei dati personali secondo le modalità e nei limiti di cui all’Informativa al Trattamento dei Dati personali.

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]