Hai bisogno di aiuto?

ANTITRUST: SANZIONE ALLE SOCIETA' ENERGETICHE PER AUMENTI TARIFFA LUCE E GAS

15 dicembre 2022

Associazione Consumatori

L’antitrust, anche su segnalazione della nostra Associazione di Consumatori continua a sanzionare aziende che hanno aumentato illecitamente il costo dell’energia. Ecco come chiedere il risarcimento.

Ad ottobre 2022 l’Antitrust aveva già sanzionato quattro società fornitrici di elettricità e proprio per la modifica unilaterale dei contratti aumentando illecitamente il costo energia. A quelle società si ne aggiungono, ora,  altre sette che avrebbero modificato le tariffe di luce e gas.

La modifica contrattuale per aumentare le tariffe è espressamente vietata dall'articolo 3 della Legge n. 142 del 21 settembre 2022 che stabilisce che fino al mese di aprile 2023 sono vietati i cambiamenti delle clausole contrattuali a meno che le modifiche si siano consumate prima che entrasse in vigore il decreto legge (quindi prima del 9 agosto). I cambi successivi sono quindi illeciti.

Cosa significa modifica unilaterale contratto?
 L'operatore, in codizioni precedenti al decreto aiuti bis, poteva decidere di moficare le condizioni di contratto. La modifica era lecita ed era sufficiente comunicare al consumatore (anche con semplice SMS) la modifica avvenuta. Il decreto aiuti bis ha sospeso questa possibiltà per gli operatori.

Il primo consiglio che diamo è quello di verificare attentamente le fatture e le condizioni generali di contratto. Se il contratto sottoscritto non prevede il prezzo variabile o l'indircizzazione al PUN (per l'energia)  o PSV  (per il gas) il gestore deve applicare la tariffa indicata da contratto.

Proprio per questo è necessario anche non rispondere a proposte commerciali telefoniche che possono contenere stratagemmi per indurre l'utente a variare il contratto. 

E’ POSSIBILE CHIEDERE IL RISARCIMENTO

Semplificando: non sono consentite modifiche fino alla prossima primavera. Il consumatore che è stato vittima di questo comportamento può quindi chiedere il risarcimento.

SCARICA IL MODULO A 3 EURO

La nostra Associazione di consumatori ha predisposto, per la grande massa di richieste, il modulo di autotutela

La nostra Associazione ha creato un modulo per chiedere il ricalcolo delle fatture. Per scaricare il modulo è necessario riempire il form e versare 3,00 euro per aderire ad A.E.C.I. e supportarci nelle tante battaglie che facciamo per la tutela dei diritti dei consumatori. Il modulo potrà essere utilizzato senza limiti di tempo e numero.

AECI si impegna ogni giorno per difendere i diritti dei consumatori. Di tutti i consumatori. Se siamo in tanti, valiamo di più. Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi contribuire a migliorare la nostra società, condividendo le nostre battaglie, AIUTACI A CRESCERE. L'iscrizione in adesione è al costo di 2 euro e se deciderai di fare la tessera ordinaria, avrai uno sconto del 10%
ASSOCIAZIONE DI CONSUMATORI DONA

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Compilando ed inviando il form il sottoscritto dichiara di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali [ vedi privacy ] e acconsentire al trattamento degli stessi.

INFORMATIVA AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Il sottoscritto DICHIARA di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali, ai sensi dell’art. 13 e ss del Reg. UE n. 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27/04/2016

CONSENSO TRATTAMENTO DATI

Il sottoscritto, informato dell’identità del Titolare e Responsabile del trattamento dei dati, della misura, modalità con le quali il trattamento avviene, delle finalità del trattamento cui sono destinati i dati personali, del diritto alla revoca del consenso così come indicato nell’informativa sottoscritta ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, ACCONSENTE ai sensi e per gli effetti dell’art. 7 e ss. del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, al trattamento dei dati personali secondo le modalità e nei limiti di cui all’Informativa al Trattamento dei Dati personali.