Hai bisogno di aiuto?

TRUFFA RUOTA BUCATA E FURTO DI BORSA BANCOMAT E CELLULARE. ECCO COSA FARE

25 maggio 2022

Associazione Consumatori

Sempre più segnalazioni stanno arrivando, in questi mesi, alla nostra Associazione di Consumatori. La tecnica è conosciuta e mira a rubare borsa, portafogli, carte e cellulare per poi effettuare prelievi da bancomat, acquisti o transazioni.

COME AVVIENE LA TRUFFA

Le storie raccontate alla nostra Associazione di Consumatori sono tutte simili. La truffa è messa in atto da due persone. Il luogo prescelto è il Supermercato e, normalmente, i farabutti prendono di mira anziani. Il primo segue la vittima dal momento del parcheggio sino all'entrata del supermercato. Talvolta cerca anche di carpire i codici di sblocco del cellulare.

Nel frattempo il secondo farabutto ha già forato lo pneumatico. Quando la vittima esce dal supermercato si rende conto del danno e a questo punto uno dei due ladri si propone di aiutare per la sostituzione della ruota. Proprio in questo momento la persona viene distratta e agisce il secondo che indisturbatamente si appropria della borsa e agisce immediatamente per cercare di effettuare prelievi, transazioni, acquisti on line.

Quando la vittima si rende conto di quanto accaduto è ormai troppo tardi. Ecco alcuni nostri consigli per evitare di cadere in queste truffe ma, soprattutto, per limitare le conseguenze in caso di furto di cellulare e codici di sblocco:

ALCUNI CONSIGLI IMPORTANTI

Innanzitutto evitare di custodire i codici PIN del bancomat congiutamente alla carta stessa (sia quindi nella borsa che nel portafogli). Proteggere il cellulare con codici di sblocco numerici. Oramai il cellulare è di fatto la nostra identità digitale. Nello smartphone abbiamo tutto; codici bancari, codici pin, SPID, dati sensibili, foto. Qualunque malintenzionato può, una volta entrato nel sistema, avere a disposizione tutti i dati per effettuare transazioni bancarie.

COSA FARE IN CASO DI FURTO DI SOLDI DA BANCOMAT O BANCA

Innanzitutto è necessario bloccare le carte e chiedere (in caso di furto dei dati) anche il blocco dell'accesso all'Home Banking. E' necessario cambiare le password di tutte le utenze digitali (compreso lo SPID) e bloccare immediatamente la SIM chiedendo all'operatore telefonico.

LA DENUNCIA DI FURTO

In questo caso è bene farsi seguire da un esperto e la nostra Associazione di consumatori è in grado di consigliare su cosa è necessario scrivere sulla denuncia. In ogni caso è bene elencare gli oggetti della refurtiva ma, almeno inizialmente, non elencare i dati sensibili e i PIN nella denuncia. Se necessario saranno inserite con una denuncia integrativa.

CHIEDERE IL RISARCIMENTO

La nostra Associazione di consumatori ha, all'interno, un pool di esperti specializzato.  Puoi richiedere il nostro supporto per l’assistenza. AECI è un’Associazione di Consumatori, altamente specializzata nella risoluzione delle problematiche. Trattiamo, proprio su questa tema, migliaia di pratiche annuali. Potrai affidare dunque la tua pratica ai nostri esperti che sono altamente specializzati.

Puoi contattarci riempendo il form che segue questo articolo oppure aprendo un TICKET nel nostro sistema di assistenza (scelta consigliata).

APRI UN TICKET

Foto di Mylene2401 da Pixabay
AECI si impegna ogni giorno per difendere i diritti dei consumatori. Di tutti i consumatori. Se siamo in tanti, valiamo di più. Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi contribuire a migliorare la nostra società, condividendo le nostre battaglie, AIUTACI A CRESCERE. L'iscrizione in adesione è al costo di 2 euro e se deciderai di fare la tessera ordinaria, avrai uno sconto del 10%
ASSOCIAZIONE DI CONSUMATORI DONA

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Compilando ed inviando il form il sottoscritto dichiara di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali [ vedi privacy ] e acconsentire al trattamento degli stessi.

INFORMATIVA AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Il sottoscritto DICHIARA di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali, ai sensi dell’art. 13 e ss del Reg. UE n. 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27/04/2016

CONSENSO TRATTAMENTO DATI

Il sottoscritto, informato dell’identità del Titolare e Responsabile del trattamento dei dati, della misura, modalità con le quali il trattamento avviene, delle finalità del trattamento cui sono destinati i dati personali, del diritto alla revoca del consenso così come indicato nell’informativa sottoscritta ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, ACCONSENTE ai sensi e per gli effetti dell’art. 7 e ss. del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, al trattamento dei dati personali secondo le modalità e nei limiti di cui all’Informativa al Trattamento dei Dati personali.