Hai bisogno di aiuto?

LE CRIPTOVALUTE E TRADING ON LINE

18 ottobre 2021

Associazione Consumatori

 Le nuove tecnologie, favorite dai progressi della crittografia - ovvero dell'applicazione di metodi che servono per rendere un messaggio comprensibile/intelligibile solo a persone autorizzate a leggerlo - e dalle evoluzioni della rete internet, stanno determinando un cambiamento radicale nell'economia globale, con particolare riferimento al settore finanziario, sotto il profilo delle modalità di scambio di beni, servizi e ogni attività finanziaria.

 COSA SONO LE CRIPTOVALUTE

 Il termine si compone di due parole: cripto e valuta. Si tratta quindi di valuta ‘nascosta', nel senso che è visibile/utilizzabile solo conoscendo un determinato codice informatico (le c.d. ‘chiavi di accesso' pubblica e privata, in linguaggio ancora più tecnico).

 

La criptovaluta non esiste in forma fisica (anche per questo viene definita ‘virtuale'), ma si genera e si scambia esclusivamente per via telematica. Non è pertanto possibile trovare in circolazione dei bitcoin in formato cartaceo o metallico.

 La criptovaluta, ove ci sia consenso tra i partecipanti alla relativa transazione, può essere scambiata in modalità peer-to-peer (ovvero tra due dispositivi direttamente, senza necessità di intermediari) per acquistare beni e servizi (come fosse moneta a corso legale a tutti gli effetti).

 Tra le più significative applicazioni della tecnologia digitale al settore finanziario spicca la nascita e la diffusione delle "criptovalute" (o "valute virtuali"), la più nota delle quali è il bitcoin.

Le piattaforme che permettono il trading di criptovalute sono perfettamente legali. Non hanno 

 BINANCE E LE PROBLEMATICHE EVIDENZIATE

Possiamo riassumere il core business di BINANCE evidenziando due binari. Da un lato infatti svolge la funzione di exchange (cambio valute) per scambiare criptovalute. Dall'altra è anche un vero e proprio wallet che serve per la conservazione delle proprie crypto. Una sorta di portafoglio virtuale.

 Il mercato delle criptovalute è sempre in costante evoluzione e Binance ha saputo approfittarne diventando uno degli operatori di riferimento.

 LA CONSOB E LE CRIPTO VALUTE

 Di fatto la CONSOB è intervenuta ed ha interrotto le attività di trading di Binance dichiarandole non autorizzate in Italia. La Consob è intervenuta infatti dichiarando ““È importante che i risparmiatori siano informati che le operazioni su strumenti correlati a cripto-attività possono presentare rischi non immediatamente percepibili, per la loro complessità, per l'elevata volatilità dei prezzi di tali strumenti nonché per i malfunzionamenti e gli attacchi informatici cui possono essere soggette le infrastrutture informatiche utilizzate per tali operazioni“.

 Con la propria comunicazione, la Consob ha indicato la strada che intende perseguire, colpendo probabilmente uno per avvisare tutti: con le autorità impegnate su future monete correnti digitali, la strada per le criptovalute impone una regolamentazione più stringente, con una più forte selezione sulle piattaforme e con direttive più chiare agli utenti circa i migliori riferimenti presso cui investire.

 La Consob dunque ha invitato tutti i consumatori “ prestare la massima cautela nell’effettuare operazioni su strumenti correlati a cripto-attività (crypto-asset) che possono comportare la perdita integrale delle somme di denaro utilizzate e si raccomanda di attenersi sempre alla regola generale di considerare l’adesione a proposte contrattuali solo quando se ne abbia un’adeguata comprensione e solo quando siano assistite da informazioni chiare e complete anche sull’identità della controparte contrattuale che si propone eventualmente come prestatore di un servizio”

 LA COMUNITA’ EUROPEA

Il problema è stato analizzato dalla stessa Comunità Europea. L’obiettivo è la tutela del consumatore e, soprattutto, del consumatore poco informato. Per Bruxelles, dunque, Bitcoin e altre criptovalute non potranno più operare in modo anonimo nell’Unione europea. La Commissione ha infatti avanzato una proposta di legge che imporrà di sottostare alle regole antiriciclaggio e ai requisiti di trasparenza per i trasferimenti di criptovalute, vietando i portafogli anonimi, imponendo la tracciabilità dei clienti e istituendo una nuova agenzia antiriciclaggio dedicata.

 LE TRUFFE DEL TRADING ON LINE

Intanto va detto che le piattaforme di investimento possono essere un punto di tutela del consumatore. Purtroppo queste piattaforme, per agire, non necessitano di autorizzazioni particolari (CONSOB o BANCA ITALIA). Sempre più consumatori ci contattano per aver subito delle vere e proprie truffe da piattaforme sconosciute di TRADING ON LINE

 COME FUNZIONA LA TRUFFA

Un impostore ti contatta proponendoti investimenti con grandi profitti. In particolare, ti verrà chiesto di iscriverti su una piattaforma di trading online, apparentemente semplice ed intuitiva da utilizzare. Per facilitare l’operazione, il falso operatore può anche proporsi di effettuare l’iscrizione al tuo posto così come anche operare per tuo conto. Inizialmente ti verrà richiesta una piccola somma di denaro che, apparentemente, sembrerà fruttare bene. Di volta in volta ti verrano richiesti importi sempre più ingenti, sempre con la prospettiva di un guadagno facile assicurato.

Una volta investiti i soldi, non riceverai più comunicazioni dal falso operatore, né tantomeno avrai modo di poter accedere a quanto investito.

ASSISTENZA SPECIALIZZATA

La nostra Associazione di consumatori ha, all'interno, un pool di esperti specializzato.  Puoi richiedere il nostro supporto per l’assistenza. AECI è un’Associazione di Consumatori, altamente specializzata nella risoluzione delle problematiche. Trattiamo, proprio su questa tema, migliaia di pratiche annuali. Potrai affidare dunque la tua pratica ai nostri esperti che sono altamente specializzati.

Puoi contattarci riempendo il form che segue questo articolo oppure aprendo un TICKET nel nostro sistema di assistenza (scelta consigliata).

APRI UN TICKET

Foto di Gerd Altmann da Pixabay
AECI si impegna ogni giorno per difendere i diritti dei consumatori. Di tutti i consumatori. Se siamo in tanti, valiamo di più. Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi contribuire a migliorare la nostra società, condividendo le nostre battaglie, AIUTACI A CRESCERE. L'iscrizione in adesione è al costo di 2 euro e se deciderai di fare la tessera ordinaria, avrai uno sconto del 10%
ASSOCIAZIONE DI CONSUMATORI DONA

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Compilando ed inviando il form il sottoscritto dichiara di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali [ vedi privacy ] e acconsentire al trattamento degli stessi.

INFORMATIVA AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Il sottoscritto DICHIARA di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali, ai sensi dell’art. 13 e ss del Reg. UE n. 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27/04/2016

CONSENSO TRATTAMENTO DATI

Il sottoscritto, informato dell’identità del Titolare e Responsabile del trattamento dei dati, della misura, modalità con le quali il trattamento avviene, delle finalità del trattamento cui sono destinati i dati personali, del diritto alla revoca del consenso così come indicato nell’informativa sottoscritta ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, ACCONSENTE ai sensi e per gli effetti dell’art. 7 e ss. del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, al trattamento dei dati personali secondo le modalità e nei limiti di cui all’Informativa al Trattamento dei Dati personali.