Hai bisogno di aiuto?

VANTAGE GROUP: Antitrust commina 1,2 milioni di euro di sanzione per pratiche commerciali scorrette

28 novembre 2019

Associazione Consumatori

Le segnalazioni di AECI hanno colto nel segno: la società non vende pubblicità e il sistema No Cost non è sostenibile

Lo sosteniamo da anni, ora è nero su bianco nel provvedimento Antitrust del 29 ottobre 2019: regalare auto senza vendere pubblicità non può essere considerato un business.

Lapidariamente infatti l’Authority ha commentato che “Le risultanze ispettive non hanno consentito di reperire evidenze oggettive e convincenti in merito alla concreta prestazione dei servizi pubblicitari”.

Incontrovertibilmente gli ultimi paragrafi del provvedimento sottolineano che “contrariamente alla promessa contenuta nel messaggio pubblicitario, il rimborso mensile corrisposto ai driver non deriva dai proventi relativi a un’attività economica reale – quale l’attività pubblicitaria svolta attraverso l’automobile – ma dalla disponibilità in capo al Professionista dei versamenti effettuati dai consumatori (ossia le elevate fee d’ingresso corrisposte al momento dell’adesione al sistema)”.

Di qui la conclusione per cui l’offerta commerciale risulterebbe “non veritiera e ingannevole, poiché il sistema, prescindendo da un’effettiva redditività dell’attività pubblicitaria sottostante, non è in grado di supportare la corresponsione dei prospettati rimborsi rateali, lasciando intendere ai consumatori, contrariamento al vero, che potranno acquistare il veicolo a “costo zero”.

Anche l’Autorità Garante delle Telecomunicazioni (AGCOM) per parte sua ha supportato il convincimento dell’AGCM. Commentando la reclamizzazione online dell’offerta ha infatti concluso: “il consumatore… attirato dalla promessa di acquistare una vettura a costo zero… potrebbe essere stato indotto a decisioni commerciali che altrimenti non avrebbe preso”.

Questo in sintesi il percorso logico all’esito del quale sono state comminate sanzioni per 1,2 milioni di euro totali. La condotta di Vantage Group è stata infatti ritenuta idonea a falsare in misura apprezzabile il comportamento economico del consumatore medio in relazione al servizio offerto.

Grande soddisfazione per la nostra associazione, da anni in prima linea contro il business delle “auto a costo zero”. Tutti i provvedimenti emessi in questi giorni dall’Authority, ci vedono infatti quale prima associazione segnalante (quando non l’unica).

Forti della sana ostinazione che ci contraddistingue, continueremo a dare battaglia finché questi sistemi non saranno definitivamente messi in condizioni di non nuocere più ad alcuno.

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Compilando ed inviando il form il sottoscritto dichiara di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali [ vedi privacy ] e acconsentire al trattamento degli stessi.

INFORMATIVA AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Il sottoscritto DICHIARA di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali, ai sensi dell’art. 13 e ss del Reg. UE n. 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27/04/2016

CONSENSO TRATTAMENTO DATI

Il sottoscritto, informato dell’identità del Titolare e Responsabile del trattamento dei dati, della misura, modalità con le quali il trattamento avviene, delle finalità del trattamento cui sono destinati i dati personali, del diritto alla revoca del consenso così come indicato nell’informativa sottoscritta ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, ACCONSENTE ai sensi e per gli effetti dell’art. 7 e ss. del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, al trattamento dei dati personali secondo le modalità e nei limiti di cui all’Informativa al Trattamento dei Dati personali.

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]