Hai bisogno di aiuto?

PERDITA OCCULTA TUBATURE ACQUA. COSA FARE

15 luglio 2019

Associazione Consumatori

Le dispersioni di acqua. 

La perdita occulta è uno dei problemi che spesso affrontiamo come Associazione di Consumatori. In pratica un tubo, spesso interrato o all'interno di un muro o pavimento di un'abitazione, si deteriora sino a rompersi. Questa rottura provoca una perdita occulta, quindi, ad insaputa del consumatore.

QUANDO SI VERIFICA

Ovviamente in coincidenza di vecchie tubature o di lavori non eseguiti a regola d'arte. I tubi di veccchia generazione, in metallo, sono più soggetti al deterioramento. Per i nuovi materiali, invece, la complicità va ricercata in errori di installazione o materiale fallato.

COME EVITARLA

Difficile evitare la perdita semmai è possibile limitare il danno economico. Una volta che si verifica il guasto, ovviamente, il consumatore è costretto a riparare il danno con conseguente aggravio economico. E' possibile tuttavia limitare il danno economico.

COME RIMETTERCI DI MENO

La perdita occulta, spesso, genera mostri, ovvero, fatture che conteggiano enormi quantità di acqua non utilizzata. Prima si scopre la perdita e meno grave sarà la perdita economica. E' necessario, dunque, verificare sistematicamente il consumo. 

IN CASO DI PERDITA OCCULTA.

Fermo restando l'obbligo della riparazione è possibile richiedere importanti sgravi economici. Tutti i gestori prevedono politiche di tutela dei consumatori. La riparazione è possibile effettuarla in economia ma sia se fatta autonomamente sia se fatta da un idraulico deve essere documentata e dimostrata (fatture e scontrini di acquisto dei materiali).

È buona prassi che sia l’utente almeno una volta al mese verificare che, con tutti i rubinetti chiusi senza lavatrici o altro il contatore sia fermo. Verificare che il contatore abbia i numeri leggibili anche di matricola, e che la raccorderia che permetta l’eventuale chiusura sia funzionante. In caso contrario rivolgersi al gestore per la manutenzione inviando anche una richiesta scritta.

Poi nel caso ci dovesse essere una perdita non visibile ( attenzione le perdite degli sciacquoni dei WC generalmente non sono rimborsabili in quanto si nota lo scorrere dell’acqua a meno che non sia guasta la cassetta nel muro ) si interviene individuando il guasto, avvisando il gestore del servizio idrico mediante una segnalazione compilando i modelli che generalmente mette a disposizione, compilandoli con tutti i dati necessari e soprattutto con dei recapiti.

Con la perdita in atto si possono delineare alcuni scenari, o la perdita si individua subito oppure bisogna intercettarla con appositi strumenti come telecamere termiche o con iniezione di gas. Dopodiché si può procedere con la riparazione che può consistere anche nella posa di una nuova tubazione. Ricordiamo infatti che un guasto sulla tubazione può essere in casa come nel giardino.

Buona cosa sarebbe, se possibile, avere un pozzetto a ridosso del fabbricato con una valvola che permetta di sezionare l’impianto tra il fabbricato e la linea che va al contatore. Nel caso si debba posare una nuova linea conviene posare e coprire la tubazione con sabbia, altrimenti posare il tubo all’interno di un altro tubo più grande in corrugato che faccia da camicia.

Evitare curve secche e nel caso mettere un pozzetto con raccordi. In ogni caso meglio sempre fare delle foto sia della perdita una volta individuata, sia della riparazione. Se possibile fare anche una planimetria con il tracciato della tubazione. Tenere tutti gli scontrini del materiale acquistato se il lavoro viene eseguito nel fai da te se in grado, oppure un documento di natura fiscale come la ricevuta o la fattura se il lavoro viene eseguito da una ditta.

Comunque sempre attenersi alle indicazioni dell’azienda che eroga il servizio. Si ricorda che generalmente viene ricalcolato il consumo storico e stornato il consumo in eccedenza relativo alla perdita, mentre per i lavori necessari alla riparazione sono a carico dell’utenza che nel caso fosse assicurata privatamente per il fabbricato, può rivolgersi alla propria compagnia.

LA NOSTRA ASSISTENZA

La nostra Associazione di consumatori è in gradi di assistere consumatori ed interi condomini e in tutta Italia. Per informazioni compilare il modulo o scrivere a 

assistenza@euroconsumatori.eu

AECI si impegna ogni giorno per difendere i diritti dei consumatori. Di tutti i consumatori. Se siamo in tanti, valiamo di più. Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi contribuire a migliorare la nostra società, condividendo le nostre battaglie, AIUTACI A CRESCERE. L'iscrizione in adesione è al costo di 2 euro e se deciderai di fare la tessera ordinaria, avrai uno sconto del 10%

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Compilando ed inviando il form il sottoscritto dichiara di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali [ vedi privacy ] e acconsentire al trattamento degli stessi.

INFORMATIVA AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Il sottoscritto DICHIARA di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali, ai sensi dell’art. 13 e ss del Reg. UE n. 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27/04/2016

CONSENSO TRATTAMENTO DATI

Il sottoscritto, informato dell’identità del Titolare e Responsabile del trattamento dei dati, della misura, modalità con le quali il trattamento avviene, delle finalità del trattamento cui sono destinati i dati personali, del diritto alla revoca del consenso così come indicato nell’informativa sottoscritta ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, ACCONSENTE ai sensi e per gli effetti dell’art. 7 e ss. del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, al trattamento dei dati personali secondo le modalità e nei limiti di cui all’Informativa al Trattamento dei Dati personali.

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]