Hai bisogno di aiuto?

TEKNOZONE.IT: SEGNALAZIONI PER PRATICHE COMMERCIALI SCORRETTE

25 maggio 2019

Associazione Consumatori

Dubbi di AECI sulla affidabilità dell’azienda di e-commerce operante nel settore della telefonia TEKLA DISTRIBUZIONE srl - proprietaria del sito teknozone.it

Prezzi stracciati, spedizioni veloci e un’offerta incredibilmente ampia e variegata. Sembra di fare un affare, ma una volta arrivato il telefono cominciano i guai.

Numerosissime le lamentele ricevute dalla nostra Associazione di Consumatori ma anche sui social web specializzato. Le doglianze si estendono a tutte le fasi del ciclo produttivo: dai ritardi nelle spedizioni, alle difficoltà nel mettersi in contatto col servizio clienti, fino all’impossibilità di esercitare il diritto di recesso o la garanzia legale di fronte a vizi del bene.

Se accertate, queste pratiche destano notevole preoccupazione, andando a ledere inderogabili e fondamentali diritti del consumatore.

A seguito di alcune segnalazioni pervenute alla nostra associazione, abbiamo analizzato attentamente le condizioni applicate da Teknozone, riscontrando numerose anomalie.

La più rilevante riguarda per l’appunto il diritto di recesso, il cui esercizio risulta fortemente limitato. Il servizio di vendita di Smartphone viene addirittura assimilato a quello di “fornitura di software”. Tale anomalia riporta l’abuso dell’eccezione disposta all’art. 59 lett. i) del Codice del Consumo. Questa disposizione esclude infatti il diritto di recesso in caso di “fornitura di registrazioni audio o video sigillate o di software informatici sigillati che sono stati aperti dopo la consegna”.

Appare evidente la capziosità del ragionamento, che esula completamente dalla ratio della norma del codice. La stessa infatti riguarda espressamente i “software”, prodotti che in effetti, una volta aperti, potrebbero essere copiati, scaricati su un altro dispositivo, o semplicemente usati completamente prima del decorso dei 14 giorni (si pensi, ad es., ad un film su DVD, a un programma su supporto CD, così come a un videogioco).

Applicare questa disposizione ad uno smartphone (vale a dire di un dispositivo che non costituisce un software in sé, ma che al più ne contiene diversi, costituendone l’hardware, ovvero il supporto fisico), oltre a essere contrario a ogni logica, preclude completamente al consumatore il diritto di ispezionare la merce, di verificare la sua idoneità all’uso e l’assenza di vizi.

In ogni caso, la società si rende disponibile al recesso anche a seguito dell’attivazione del dispositivo a fronte dello storno di appena il 40% del valore del bene: ciò a compensazione della “perdita di valore” che lo stesso avrebbe subito all’atto della sua apertura ed accensione. Ovviamente in spregio da quanto stabilito dalle leggi vigenti.

Ulteriori sospetti sorgono relativamente all’operatività della garanzia legale di 24 mesi, imposta dal Codice del Consumo all’art. 130. Molti utenti lamentano infatti di essere stati costantemente indirizzati verso le case produttrici per eventuali riparazioni o sostituzioni. Teknozone sembra pertanto sottrarsi alla garanzia per i vizi di conformità, la quale deve ex lege essere prestata dal venditore (potendosi eventualmente sommare, ma non sostituire, la garanzia convenzionale del produttore).

Il consumatore ha infatti diritto di ottenere la riparazione/sostituzione del bene (oppure una equa riduzione del prezzo) direttamente dal venditore. E’ nulla - ex art. 134 Codice del Consumo - ogni pattuizione volta ad escludere o limitare questo diritto (ad es. imponendo al consumatore di avvalersi in primo luogo della garanzia offerta dal produttore del bene).

Compila il form sottostante per segnalare la tua esperienza!

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Compilando ed inviando il form il sottoscritto dichiara di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali [ vedi privacy ] e acconsentire al trattamento degli stessi.

INFORMATIVA AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Il sottoscritto DICHIARA di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali, ai sensi dell’art. 13 e ss del Reg. UE n. 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27/04/2016

CONSENSO TRATTAMENTO DATI

Il sottoscritto, informato dell’identità del Titolare e Responsabile del trattamento dei dati, della misura, modalità con le quali il trattamento avviene, delle finalità del trattamento cui sono destinati i dati personali, del diritto alla revoca del consenso così come indicato nell’informativa sottoscritta ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, ACCONSENTE ai sensi e per gli effetti dell’art. 7 e ss. del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, al trattamento dei dati personali secondo le modalità e nei limiti di cui all’Informativa al Trattamento dei Dati personali.

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]