Hai bisogno di aiuto?

COSA FARE IN CASO DI PUBBLICAZIONE NON AUTORIZZATA DI INFORMAZIONI PERSONALI SU INTERNET?

5 marzo 2019

Associazione Consumatori

Con il Serious Game di CIE impariamo a difendere la nostra Privacy su internet

Grazie a PC e smartphone, siamo connessi 24 h al giorno e, in maniera continua, comunichiamo attraverso i Social i nostri dati e informazioni personali: i nostri viaggi, cosa e dove mangiamo, le nostre foto, come la pensiamo sulla politica, le nostre preferenze sessuali, ecc.

A volte, senza renderci conto dei rischi per i nostri dati personali e senza conoscere quali sono i nostri diritti e cosa possiamo fare per ridurre al minimo i pericoli.

Da oggi, possiamo saperne di più, grazie al Serious Game, un gioco online gratuito disponibile al link www.privacygame.org, ideato dall'Associazione di Consumatori francese UFC-Que Choisir e diffuso in Italia da CIE – Consumatori Italiani per l'Europa, membro del BEUC e composto dalle Associazioni dei Consumatori A.E.C.I., Codici e Casa del Consumatore.

Per partecipare bastano pochi click e in modo semplice e veloce è possibile vedere in pratica cosa può succedere nella normale routine quotidiana. Con il Serious Game, attraverso una serie di Capitoli, che scandiscono il conto alla rovescia, accompagneremo Sara e Giulio nell’organizzazione del loro matrimonio: il giocatore dovrà districarsi tra azioni all'apparenza semplici da affrontare, ma che nascondono invece tante insidie dal punto di vista della protezione della Privacy.

Grazie al Serious Game, per esempio, avremo dei consigli su come tutelare la privacy sui social network, cosa fare se sono state pubblicate delle informazioni che ci riguardano e in cosa consiste il Diritto all’oblio.

Alcuni utili consigli del Serious Game

MODIFICA, innanzitutto, le impostazioni sulla privacy sui tuoi profili social (hanno come impostazione predefinita che tutte le informazioni pubblicate siano pubbliche), SUDDIVIDI I TUOI AMICI DI FACEBOOK in diverse categorie (per decidere più facilmente cosa condividere con chi), CONTROLLA I POST in cui si parla di te, NASCONDI IL TUO PROFILO SOCIAL ai motori di ricerca.

COSA FARE SE SONO STATE PUBBLICATE A TUA INSAPUTA INFORMAZIONI SUI SOCIAL?

PUOI OPPORTI ALLA DIVULGAZIONE DI INFORMAZIONI CHE TI RIGUARDANO (foto, registrazioni audio/video, testi), se l’informazione pubblicata lede o mette in pericolo la Privacy, l’onore o la reputazione della persona che ne chiede la rimozione.

  • Chiedi a chi ha pubblicato l’informazione di eliminarla; -
  • Se rifiuta, chiedi la rimozione delle informazioni direttamente al sito su cui sono pubblicate (i social network di solito, hanno un’apposita pagina di contatto e una procedura).

Il gioco è servito. Non resta che andare sul sito internet www.privacygame.org e scoprire quanto ne sappiamo e i consigli per difendere la nostra Privacy.


HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Compilando ed inviando il form il sottoscritto dichiara di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali [ vedi privacy ] e acconsentire al trattamento degli stessi.

INFORMATIVA AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Il sottoscritto DICHIARA di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali, ai sensi dell’art. 13 e ss del Reg. UE n. 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27/04/2016

CONSENSO TRATTAMENTO DATI

Il sottoscritto, informato dell’identità del Titolare e Responsabile del trattamento dei dati, della misura, modalità con le quali il trattamento avviene, delle finalità del trattamento cui sono destinati i dati personali, del diritto alla revoca del consenso così come indicato nell’informativa sottoscritta ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, ACCONSENTE ai sensi e per gli effetti dell’art. 7 e ss. del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, al trattamento dei dati personali secondo le modalità e nei limiti di cui all’Informativa al Trattamento dei Dati personali.

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]