GUIDA: ASSEGNI NON TRASFERIBILI. COME EVITARE SANZIONI CHE ARRIVANO SINO A 50MILA EURO

23 febbraio 2018

Associazione Consumatori

Come scritto anche dal IL SALVAGENTE Lo scandalo delle enormi sanzioni (da 3mila a 50mila euro) per chi ha emesso un assegno, utilizzando un vecchio carnet e dimenticando di scrivere “non trasferibile”, non accenna a placarsi. Il Salvagente ha raccontato, tanto sul web che nel numero in edicola, le incredibili storie di chi ci è cascato e si è sentito chiedere come “oblazione” 6mila euro per una dimenticanza in apparenza banale che su assegni tra 1.000 e 8.000 euro è finita nelle maglie della nuova norma antiriciclaggio entrata in vigore da luglio 2017.

Ma come si compila un'assegno?

L’assegno bancario è uno strumento di pagamento in grado di sostituire il denaro.
Tecnicamente consistente in un ordine scritto impartito alla propria banca di pagare a terzi o a se stessi una somma indicata. In pratica, il soggetto ordina alla banca presso la quale detiene il conto corrente di pagare una certa somma prelevandola dal proprio conto.
Un assegno, quindi, può essere emesso solo se si è titolari di conto corrente e se si è stipulata una convenzione con la banca; quest’ultima consegna al correntista il carnet (libretto) degli assegni.


COSA CONTIENE UN ASSEGNO

L’assegno deve obbligatoriamente contenere:
– la denominazione di assegno bancario inserita nel contesto del titolo ed espressa nella lingua in  cui esso è redatto;
– l’ordine incondizionato di pagare una somma determinata;
– il nome della Banca emittente che deve pagare (trattario) e le coordinate del conto corrente su cui  l’assegno è appoggiato;
– il luogo di pagamento;
– la data e il luogo di emissione;
– la sottoscrizione del soggetto che lo emette (il traente titolare del conto corrente).


A Riguardo leggi la guida alla compilazione assegno.

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Compilando ed inviando il form il sottoscritto dichiara di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali [ vedi privacy ] e acconsentire al trattamento degli stessi.

INFORMATIVA AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Il sottoscritto DICHIARA di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali, ai sensi dell’art. 13 e ss del Reg. UE n. 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27/04/2016

CONSENSO TRATTAMENTO DATI

Il sottoscritto, informato dell’identità del Titolare e Responsabile del trattamento dei dati, della misura, modalità con le quali il trattamento avviene, delle finalità del trattamento cui sono destinati i dati personali, del diritto alla revoca del consenso così come indicato nell’informativa sottoscritta ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, ACCONSENTE ai sensi e per gli effetti dell’art. 7 e ss. del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, al trattamento dei dati personali secondo le modalità e nei limiti di cui all’Informativa al Trattamento dei Dati personali.

A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

CHIEDI AIUTO

MODULI

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]