LE MINACCE IMPROBABILI DELLE SOCIETA’ RECUPERO CREDITO

La storia è sempre la stessa. Una fattura (magari mai arrivata, magari anche errata) e parte subito il meccanismo delle telefonate a raffica delle società recupero credito (a tal proposito consigliamo di leggere l’articolo già pubblicato al seguente link http://www.euroconsumatori.eu/leggiarticolo.php?id=595).

Il “telefonista” della società recupero crediti (purtroppo per lui) è pagato sul recupero (con una piccola percentuale) e del resto la stessa società titolare del credito pagherà, la società recupero crediti, solo in caso di recupero del credito. Lo stesso “telefonista” dunque sa che guadagnerà solo se convincerà la persona che sta contattando a pagare e a saldare il debito.

Dunque il telefonista farà di tutto per convincere, e quindi terrorizzare, l’eventuale debitore. Ecco una piccola raccolta delle “minacce” (alcune davvero esilaranti) messe in atto da telefonisti senza scrupolo.

Se non paghi mandiamo la pratica ad EQUITALIA

Classico. Lo spauracchio di EQUITALIA è un classico da società recupero crediti. Basta, in questo caso, leggere di cosa si occupa EQUITALIA per capire che si tratta, ovviamente, di una bufala. Il sito dell’ente riscossore riporta infatti: Equitalia è incaricata dell’esercizio dell’attività di riscossione di tributi, contributi e sanzioni degli enti pubblici creditori (Agenzia delle Entrate, Inps, Comuni ecc.). L’incarico di riscuotere viene affidato tramite il ruolo, ovvero l’elenco che gli enti creditori trasmettono a Equitalia in cui sono riportati i nominativi dei soggetti debitori, la descrizione e l’ammontare degli importi dovuti. Esistono due tipi di riscossione a mezzo ruolo. I pratica, dunque, EQUITALIA si occupa esclusivamente di riscossionee tributi, contributi e sanzioni degli enti pubblici creditori. Non si occuperà, dunque, certamente del recupero di una fattura del gas, del telefono, della società recupero crediti.

Se non paghi faremo una denuncia penale

Nella maniera più assoluta. Il mancato pagamento di un importo è di natura esclusivamente civilistica che nulla a che vedere con reati penali (di ben altra gravità). Dunque nessuna società recupero crediti potrà denunciare penalmente un consumatore per un mancato pagamento.

Se non paghi facciamo una segnalazione al CRIF

I SIC, Sistemi di Informazioni Creditizie (tra cui CRIF, EXPERIAN),  censiscono oggi tutti coloro che richiedono o hanno richiesto un finanziamento attribuendo una reputazione creditizia secondo la condotta individuale nell’adempiere all’obbligazione contrattuale, in poche parole, pagare le rate e puntualmente. Nulla a che vedere, dunque, con il mancato pagamento di una fattura ENI, ENEL, TELECOM o similari. Inoltre le eventuali segnalazioni devono essere preavvisate a mezzo raccomandata. Una società recupero crediti NON PUO’ effettuare alcuna segnalazione al CRIF ma, nel caso, è compito esclusivo della finanziaria o della banca.

Se non paghi facciamo ricorso al TAR del Lazio.

I Tribunali amministrativi regionali (TAR) sono, nell'ordinamento della Repubblica italiana, organi di giurisdizione amministrativa, competenti a giudicare sui ricorsi proposti contro atti amministrativi da privati che si ritengono lesi (in maniera non conforme all'ordinamento giuridico) in un proprio interesse legittimo. Si tratta di giudici amministrativi di primo grado, le cui sentenze sono appellabili dinanzi al Consiglio di Stato. Si può rivolgere al TAR regionale un cittadino che ritiene di aver subito un danno da atti, decisioni di una amministrazione pubblica. Dunque, nessuna società recupere crediti potrà rivolgersi al TAR

Ti mandiamo l’ufficiale Giudiziario

L’Ufficiale Giudiziario è un  ausiliario del giudice e del pubblico ministero, addetto all'ufficio unico notificazioni, esecuzioni e protesti (UNEP) istituito presso ciascuna corte o tribunale. È dunque la conseguenza di iter legale che può promuovere esclusivamente il proprietario del credito (per esempio la società telefonica) e non la società recupero crediti. Normalmente la tempestica è molto lunga e, cosa ancora più importante, oggi è obbligatoria la mediazione civile; prima di poter adire le vie legali, dunque, la società che vanta il credito è obbligata a esperire il tentativo di mediazione. Dunque nessuna società recupero crediti può “mandare la l’ufficiale giudiziario”.

Ti facciamo fare il pignoramento in pochissimi giorni

Lo stesso discorso fatto per l’Ufficiale Giudiziario. Il pignoramento lo autorizza un Giudice e l’Ufficiale Giudiziario lo notifica (lo comunica) al debitore. Il pignoramento viene eseguito nel caso in cui il debitore non estingua il debito. Anche in questo caso, la tempestica è molto lunga e, cosa ancora più importante, oggi è obbligatoria la mediazione civile; prima di poter adire le vie legali, dunque, la società che vanta il credito è obbligata a esperire il tentativo di mediazione. Dunque nessuna società recupero crediti può “mandare la l’ufficiale giudiziario”.

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!

A.E.C.I. è un Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHE' FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHE' ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]