TARSU ILLEGITTIMA: Avvio pratiche rimborsi anni 2010 - 2011 - 2012

REGIONE: SICILIA

La Tarsu anno 2010 - 2011 e 2012 risulta illegittima e non dovuta, doveva essere prorogata per legge a causa del passaggio alla TIA a cagione del codice dell'ambiente.
La Delibera del consiglio Comunale di Palermo in maniera poco adeguata, ha regolarmento la TARSU 2010 ma non tenenndo conto delle istanze di sanatoria sulle case costruite abusive e dei coefficienti merceologici.
La sentenza del Tar Sicilia Sez. di Palermo  n.1550/09 del 16/06/2009 relativa alla Tarsu 2006  ha sentenziato la sua illegittimità.
Un'altra  recente sentenza della Commissione Tributaria di Grosseto n. 124 
Sez. quarta del 04/ 12 ha riconosciuto l'incostituzionalità della Tarsu annullando una cartella esattoriale  e affrontando per la prima volta in italia la problematica della mancata proroga di validità legislativa della TARSU.
L'art. 49 del D.Lgs. 22 del 5 febbraio 1997 al primo comma prevede espressamente che la Tassa per lo smaltimento dei rifiuti è soppressa a decorrere dai termini previsti dal regime transitorio fissato al 2010 con la conseguenza che a partire da tale data la Tarsu è da ritenere una tassa del tutto illegittima ed il Comune non ne poteva chiedere il pagamento.

A.E.C.I. Palermo 1
Agostino Curiale 

28 giugno 2013

Articolo a firma del responsabile Agostino Curiale che si assume totalmente la responsabilità del contenuto del presente articolo. Per comunicazioni dirette scrivere a: palermo1@euroconsumatori.eu

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!

A.E.C.I. è un Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHE' FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHE' ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI