DAL 18 APRILE SPARISCE L'ASSICURAZIONE DAL PARABREZZA. CONTROLLI CON IL SISTEMA TARGA SYSTEM

Roma - 09 aprile 2015  -  Il tagliando dell’assicurazione dell’auto sparirà dal parabrezza. Non sarà più necessario applicare il contrassegno cartaceo: il controllo del pagamento del premio assicurativo avverrà attraverso il riscontro del numero di targa del veicolo. La rivoluzione prende il via dall'articolo 31 del decreto Liberalizzazioni del 2012 con l'obiettivo di contrastare la contraffazione dei contrassegni di assicurazione di automobili e ciclomotori, un fenomeno che secondo Ania, l’associazione nazionale delle imprese assicuratrici, conta almeno 3 milioni e mezzo di veicoli non assicurati.

A partire dal 18 ottobre, come riporta La Stampa, tutte telecamere delle Ztl o degli autovelox dovranno essere omologate per poter comunicare se un veicolo è assicurato. Le compagnie assicuratrici invece, avranno tempo fino al 18 aprile per intervenire sui loro database affinché l’aggiornamento delle informazioni in essi contenute avvenga in tempo reale.


CONTROLLI ATTRAVERSO IL SISTEMA TARGA SYSTEM

Numerosi enti locali lo hanno già adottato: stiamo parlando del Targa System, il nuovo strumento al servizio delle forze dell’ordine per contrastare alcune infrazioni al Codice della Strada. Nato in seguito alla decisione del ministero di dematerializzare i tagliandi assicurativi che da aprile non dovranno essere più esposti obbligatoriamente sul parabrezza, il sistema di rilevamento permette di riconoscere i veicoli non in regola.

Ad un primo sguardo può essere scambiato per autovelox mobile ma in realtà il nuovo strumento è in grado di verificare la regolarità dell’assicurazione e l’avvenuta revisione del veicolo. Il funzionamento del Targa System è molto semplice: una telecamera posizionata al lato della careggiata è in grado di leggere le targhe sia italiane che straniere anche a velocità superiori ai 150 km/h che sono inviate ai database collegati – Motorizzazione civile e Pubblico registro automobilistico. In caso di irregolarità il software rileva l’anomalia e segnala in tempo reale ad una pattuglia posta a valle del sistema quale veicolo fermare e che tipo di infrazione è stata rilevata. Prodotto dalla vicentina Game Club srl e distribuito dalla GA Europa Azzaroni, il sistema verifica in pochi secondi parametri quali la revisione, la scadenza dell’assicurazione, il furto, il fermo amministrativo e l’eventuale inserimento del veicolo in eventuali black list. In grado di funzionare sia di giorno che di notte, indipendentemente da pioggia o situazioni di scarsa visibilità, oltre alla versione mobile, può essere installato anche sulle telecamere di videosorveglianza fisse, come sta già accadendo in molte città dove il software viene integrato con il sistema di rilevamento già presente.

In dotazione a circa 100 corpi di polizia
Il nuovo sistema di controllo telematico è già in fase di sperimentazione in diversi Comuni italiani e in caso di infrazione le multe sono salatissime: si va dai 168 euro per chi non ha fatto la revisione entro i tempi previsti agli 841 euro per l’assicurazione scaduta fino ai 1.998 euro per chi circola con un veicolo sottoposto a sequestro. Un sistema di controllo infallibile che sarà in dotazione a circa 100 corpi di polizia locale entro fine anno, distribuiti su tutto il territorio nazionale con l’obiettivo di ridurre la piaga delle auto senza assicurazione che in Italia coinvolge oltre 4 milioni di veicoli.

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]