CASAL BERTONE: A.E.C.I. CON CODICI PER I RICORSI.

20 settembre 2017

Dal 2 maggio 2017, via di Portonaccio si è trasformata in corsia preferenziale, verso Via Tiburtina, con telecamere di sorveglianza attive 24 ore su 24.

Il traffico lungo questa strada, però, non sembra affatto diminuito, mentre sono aumentate in maniera esponenziale le contravvenzioni nei riguardi dei veicoli non autorizzati.

Ed è subito polemica da parte degli automobilisti che lamentano segnaletica verticale inadeguata, alberi che nascondono i cartelli stradali rendendo la segnaletica orizzontale praticamente invisibile, rilevazione Ztl che si è praticamente costretti ad imboccare.

Il risultato? Boom di multe per migliaia di romani e non, che si ritrovano a dover pagare cifre assurde, inaspettatamente e ingiustamente.

A rimetterci sono i consumatori, che continuano agguerriti la battaglia, coordinandosi sui social, per preparare una vera e propria battaglia legale.

Le mancate o nascoste segnalazioni e la pochissima informazione sull'imminente cambiamento, si sono trasformate in un'amara sorpresa per moltissimi automobilisti.

Sono migliaia le multe ed esorbitanti le cifre: da una parte le famiglie che vedono addebitarsi continuamente contravvenzioni delle quali non sospettavano nemmeno l'esistenza, per una serie di mancanze non dipendenti da loro; dall'altra il Comune di Roma che, invece di assumersi le proprie responsabilità e riparare evidenti errori, fa muro e non ascolta i cittadini.

A.E.C.I., insieme con l'Associazione Codici, che ha già predisposto il ricorso a gruppi da presentare al Giudice di Pace, dichiara la sua disponibilità a tutti i cittadini che si ritrovino in questa situazione.

Per info contattare il call centre 

06 45 10 914

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Il sottoscritto, informato dell’identità del Titolare e Responsabile del trattamento dei dati, della misura, modalità con le quali il trattamento avviene, delle finalità del trattamento cui sono destinati i dati personali, del diritto alla revoca del consenso così come indicato nell’informativa sottoscritta ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679, ACCONSENTE ai sensi e per gli effetti dell’art. 7 e ss. del Regolamento (UE) 2016/679, con la sottoscrizione del presente modulo, al trattamento dei dati personali secondo le modalità e nei limiti di cui all’informativa allegata.



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]