UNIPOL MUTUO A TASSO VARIABILE. LA BANCA SI IMPEGNA PER IL RISARCIMENTO

23 febbraio 2017

Associazione Consumatori

Molti consumatori italiani, tutti coloro che hanno stipulato un mutuo con Unipol Banca nel periodo compreso tra il 01/04/2015 ed il 30/09/2016, un mutuo a tasso variabile, avranno diritto alla probabile restituzione.

Andiamo per gradi. Tutti i consumatori che nel periodo 1 aprile 2015 – 30 settembre 2016 hanno sottoscritto un mutuo a tasso variabile (ipotecario o chirografario) con clausola di tasso 10 minimo con Unipol Banca, avranno diritto ad una somma una tantum.

Tale somma sarà calcolata su ciascuna delle rate del mutuo con scadenza nel periodo 1 maggio 2015 – 31 ottobre 2016 per le quali sia stato rilevato un valore negativo del parametro di riferimento per la determinazione del tasso di interesse nominale annuo, pari al prodotto tra  il capitale residuo dovuto alla scadenza della Rata Rilevante e un’aliquota pari alla differenza tra zero e il corrispondente valore negativo del parametro di indicizzazione rilevato nella medesima Rata Rilevante.


Questa misura è stata prevista nell’ambito degli impegni che Unipol Banca ha presentato all’AGCM (Antitrust) che aveva avviato un procedimento volto ad accertare la mancata o ambigua informativa ai consumatori circa l’esistenza nei contratti di mutuo a tasso variabile della Banca di soglie minime del tasso di interesse contenute rispettivamente in clausole floor (valore del tasso minimo superiore allo spread) ed Euribor negativo (valore del tasso minimo pari allo spread, in modo da rendere i valori negativi dell’euribor irrilevanti nella determinazione del tasso d’interesse nominale annuo), in relazione al momento della loro stipula, precedente o successiva rispetto al rilevamento di valori negativi dei parametri di indicizzazione Euribor.


Ma in cosa ha sbagliato la banca? Su una parte di contratti stipulati prima dell’evento Euribor negativo in cui non era stata inserita alcuna clausola di tasso minimo, Unipol Banca non ha applicato un tasso minimo pari allo spread, attribuendo un valore pari a zero all’Euribor, ma ha continuato ad applicare, la somma algebrica prevista quale formula di calcolo del tasso di interesse nominale annuo (Euribor + spread). Dunque in parole semplici: i consumatori non hanno beneficiato dei tassi negativi dell’Euribor.
E’ importante sapere che il beneficio si ottiene a condizione che gli stessi consumatori ne facciano espressa richiesta entro 60 giorni solari dalla data di pubblicazione sul proprio sito internet di un avviso che dovrebbe essere on line già da martedì 28 febbraio.

Per maggiori informazioni scrivi ad assistenza@euroconsumatori.eu o chiamaci al contact centre allo 064510914

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Compilando ed inviando il form il sottoscritto dichiara di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali [ vedi privacy ] e acconsentire al trattamento degli stessi.

INFORMATIVA AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Il sottoscritto DICHIARA di aver preso visione dell’Informativa al Trattamento dei Dati personali, ai sensi dell’art. 13 e ss del Reg. UE n. 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27/04/2016

CONSENSO TRATTAMENTO DATI

Il sottoscritto, informato dell’identità del Titolare e Responsabile del trattamento dei dati, della misura, modalità con le quali il trattamento avviene, delle finalità del trattamento cui sono destinati i dati personali, del diritto alla revoca del consenso così come indicato nell’informativa sottoscritta ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, ACCONSENTE ai sensi e per gli effetti dell’art. 7 e ss. del Regolamento (UE) 2016/679 e sue integrazioni e modifiche, al trattamento dei dati personali secondo le modalità e nei limiti di cui all’Informativa al Trattamento dei Dati personali.

A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

CHIEDI AIUTO

MODULI

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]