CANONE RAI: BADANTI E COPPIE DI FATTO. ECCO LE DECISIONI.

28 aprile 2016

Roma - 28 aprile 2016  -  Come auspicato ed anticipato dalla nostra Associazione di Consumatori, anche attraverso svariate interviste televisive, arriva la decisione che tutti aspettavamo per il canone Rai. Dopo tablet e smartphone, verranno esclusi dal pagamento del canone Rai colf, badanti e conviventi non facenti parte della famiglia anagrafica. A fare luce sulla previsione di nuove esenzioni relative all'abbonamento tv è 'La legge per tutti', portale di informazione e consulenza legale.

"Il ministero - si spiega - ha assicurato che pagherà solo chi possiede un vero apparecchio televisivo e non telefonini di tipo 'smartphone', pc o tablet con possibilità di ricevere i programmi. Questi dovrebbero essere alcuni dei correttivi che, secondo le indiscrezioni, verranno fissati al testo del decreto attuativo sul canone Rai bocciato dal Consiglio di Stato".

E' intervenuta anche l'Agenzia delle Entrate, si sottolinea, chiarendo che a non pagare il canone Rai saranno anche colf e badanti residenti (o domiciliati) presso un'abitazione occupata da una famiglia che paga già il canone.

Quanto ai conviventi (coinquilini o comunque persone residenti nella stessa abitazione) non facenti parte della famiglia anagrafica, anche per questi ultimi non scatta alcun obbligo di pagamento del canone Rai. "Per cui - si legge su 'La legge per tutti' - anche l'uomo e la donna che decideranno di vivere insieme, purché non registrati all'anagrafe (laddove consentito) nel medesimo nucleo familiare, non sono tenuti al versamento del canone Rai".

"Il canone sarà dovuto, dunque, una sola volta in relazione a tutte le residenze e dimore della famiglia anagrafica: cioè un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità adozione o da vincoli affettivi, coabitanti e aventi dimora occasionale nello stesso comune (quindi anche le coppie di fatto, se c'è l'elenco istituito dal Comune)".

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Il sottoscritto, informato dell’identità del Titolare e Responsabile del trattamento dei dati, della misura, modalità con le quali il trattamento avviene, delle finalità del trattamento cui sono destinati i dati personali, del diritto alla revoca del consenso così come indicato nell’informativa sottoscritta ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679, ACCONSENTE ai sensi e per gli effetti dell’art. 7 e ss. del Regolamento (UE) 2016/679, con la sottoscrizione del presente modulo, al trattamento dei dati personali secondo le modalità e nei limiti di cui all’informativa allegata.



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]