DECRETO SALVA BANCHE: L'EUROPA SMENTISCE BANCA ITALIA.

Roma - 09 dicembre 2015  - Ancora una volta la dimostrazione, semmai ce ne fosse realmente il bisogno, che Banca d'Italia non pu essere "l'istituzione imparziale a tutela dei risparmiatori/consumatori".


Ancora una volta Banca Italia preferisce stare dalla parte dei forti contro i deboli per tutelare i truffatori e saccheggiare le tasche degli indifesi consumatori.

L'Europa ha infatti smentito la tesi di Banca Italia: secondo quest'ultima, infatti il decreto Salva Banche stato valutato e condiviso dal Governo di Bruxelles che avrebbe considerato il decreto come unica via di salvataggio.

A.E.C.I. conferma il consiglio di evitare sottoscrizioni di finanziamenti obbligazionari e azionari di Istituti di Credito. I casi che hanno danneggiato i consumatori sono troppi e il risultato stato sempre lo stesso; le Istituzioni hanno preferito tutelare gli istituti di credito e non i risparmiatori.
Dopo Parmalat, Giacomelli, Cirio, Argentina, Convertendo BPM (e molti altri) l'unica soluzione la prevenzione evitando sottoscrizione di titoli di Istituti di Credito. 


Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]