A.E.C.I. CHIEDE L’INTERVENTO DELL’ANTITRUST PER SKY ITALIA

30 luglio 2012

Presso le diverse sedi A.E.C.I., dislocate su tutto il territorio nazionale, sono pervenute numerose segnalazioni da parte di consumatori che hanno ricevuto da SKY ITALIA SRL in maniera sistematica ed insistente richieste e solleciti relativi a penali per importi sino ad € 6.960,00, per uso improprio delle card private utilizzate al di fuori della propria abitazione.

Molte segnalazioni sono peraltro pervenute anche allo Sportello Telematico. Ricordiamo infatti che A.E.C.I. ha attivato un servizio di consulenza individuale. Attraverso una chat è possibile chiedere aiuto ai nostri esperti sempre on line.

L’intera “operazione di recupero” condotta da SKY su duplice binario, sempre a seguito di fantomatiche ispezioni condotte da presunti incaricati SKY nei locali commerciali, suona ad A.E.C.I. Lazio alquanto bizzarra, per i seguenti motivi:

·         da un lato SKY chiede, dopo aver unilateralmente sospeso l’erogazione del proprio servizio, il pagamento al singolo consumatore, intestatario della card privata di un’esosa penale – in assenza di contraddittorio e di prove – utilizzando nelle proprie comunicazioni toni piuttosto minacciosi;

·         dall’altro, chiede ai gestori di locali commerciali e pubblici il pagamento di una somma a saldo e stralcio contestualmente alla sottoscrizione di un abbonamento annuale, sempre in mancanza di contraddittorio e di prove; i commercianti, pur di poter continuare a lavorare, sono spesso costretti a pagare, sanando tale presunta “irregolarità”.

Il sistema, molto aggressivo ha dunque sempre lo stesso schema. La SERFIN (una società di recupero credito) contatti i clienti e cerchi (con vere e proprie minacce) in tutte le maniere possibili di estorcere il denaro all’ignaro consumatore. In caso di esito negativo si passa alla fase 2 ancora più “violenta”. Si esperisce una finta procedura di conciliazione (obbligatoria ma deve essere esperita entro 30 giorni dalla richiesta) a cui l’operatore SKY non si presenta (sistematicamente). A questo punto si passa all’azione civile (tribunale). Tutti i procedimenti civili promossi da SKY sono stati erroneamente incardinati presso il Foro di Milano, sede di SKY.

Il metodo, ma soprattutto il calcolo, è semplice. Quanti consumatori andranno a difendersi a Milano? Quanti cadranno nella rete tesa ad arte e decideranno di pagare le somme (esose) richieste dall’operatore?

Ovviamente i consumatori che preferiscono cedere e pagare sono tantissimi. Alcuni di questi si sono rivolti ad A.E.C.I. che ha difeso molti consumatori vincendo tutte le azioni civili (con condanna alle spese di SKY). Ma non ci fermiamo qui.

La nostra associazione di consumatori ha deciso di richiedere l’intervento dell’ AUTORITÀ GARANTE CONCORRENZA E MERCATO, dell’ AUTORITÀ GARANTE DELLE COMUNICAZIONI, del GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI.

Le nostre richieste sono state:

 All’ AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO e All’AUTORITÀ GARANTE DELLE COMUNICAZIONI:

-  La verifica di eventuali comportamenti illeciti e scorretti da parte di SKY;

-  L’inibizione a SKY della continuazione delle pratiche commerciali scorrette come evidenziate;

-  L’avviamento di un’istruttoria in merito.

 Al CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE e All’ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MILANO

-    La verifica di eventuali condotte e pratiche scorrette e contrarie al Codice Deontologico.

A.E.C.I. rimane al fianco dei consumatori che hanno o stanno subendo lo stesso sistema aggressivo di SKY. La nostra azione, anche presso l’Autorità delle Telecomunicazioni è volta comunque non solo a far bloccare il comportamento messo in essere da SKY ma anche a far sanzionare l’operatore.



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]