17 FEBBRAIO 2012 GIORNATA DEL RISPARMIO ENERGETICO

15 febbraio 2012

M'illumino di meno: aderisci all'iniziativa con A.E.C.I., aiuta l'ambiente e risparmia in bolletta.

17 febbraio 2012: partecipa anche quest'anno e insieme ad A.E.C.I. a M’ILLUMINO DI MENO, l’iniziativa radiofonica “a basso consumo energetico” promossa da Caterpillar, la trasmissione in onda su Rai Radio 2.

Venerdì 17 febbraio 2012 impegniamoci per 1 giorno a mettere in atto poche e semplici azioni virtuose che ci permetteranno di riflettere sulle nostre abitudini, di adottare un consumo energetico ecocompatibile e di risparmiare anche sui costi delle bollette. 

Sì perché la salvaguardia del nostro pianeta e l’impatto ambientale dell’uomo sul nostro ecosistema passano prima di tutto dalle nostre mani e dalle nostre azioni quotidiane.

Questo il DECALOGO di M'illumino di meno, integrato anche con i suggerimenti di Antonio Disi, curatore del Rapporto annuale sull’efficienza energetica dell’Enea:
1. LUCI: In casa e al lavoro ricordiamoci di spegnere le luci di camere, bagni, scale o corridoi quando la luce naturale è sufficiente o quando non sono presenti persone.
Sostituendo le lampadine a incandescenza con quelle a basso consumo, si possono ridurre del 7% i consumi annui totali di energia elettrica.
2. APPARECCHI ELETTRONICI: spegniamo (non lasciamo in stand by) gli apparecchi elettronici a casa e anche al lavoro. In questo modo si potranno ridurre i consumi di elettricità dal 5 al 10%;
3. TEMPERATURA AMBIENTE: controlliamo la temperatura della nostra casa e del luogo di lavoro. Riducendo la temperatura ambiente di appena 1°C si possono tagliare i consumi ed i relativi costi del 5 -10% all’anno; 
Inoltre, riprogrammando il termostato per abbassare la temperatura di notte, o quando nell’ambiente non c’è nessuno, e rialzarla al mattino o al rientro in casa ed in ufficio,la bolletta sarà più leggera del 7-15%. 
Durante l’estate si raccomanda di impostare la temperatura dei condizionatori non oltre i 6° in meno rispetto alla temperatura esterna.
4. FRIGORIFERO: sbriniamolo con regolarità e teniamo la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria. Inoltre, ricordiamoci che la temperatura raccomandata per il frigorifero è tra 1° e 4°C e per il congelatore è di -18°C. Per ogni grado al di sotto di queste temperature il consumo aumenterà del 5%.
5.  LAVATRICE: non usiamo il ciclo di prelavaggio, se gli abiti non sono particolarmente sporchi. Evitando questo passaggio è possibile risparmiare fino al 15% di energia
6.  COTTURA CIBO: mettiamo il coperchio sulle pentole quando cuciniamo o facciamo bollire l'acqua. Evitiamo che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola.
Spegniamo il forno e i fornelli qualche minuto prima del termine della cottura dei cibi lasciando che il calore residuo completi l’opera. 
Al lavoro, utilizziamo con moderazione gli apparecchi elettrici per scaldare l’acqua per caffè o tè e, se sono presenti grossi distributori di bevande e/o alimenti, verificate se è possibile tenerli spenti di notte;
7.  COIBENTAZIONE: se la temperatura è elevata, abbassiamo i termosifoni invece di aprire le finestre.
Riduciamo gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale isolante per impedire il passaggio dell’aria.
Non lasciamo le tende chiuse davanti ai termosifoni, inseriamo apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni ed i caloriferi. Inoltre, consigliamo di utilizzare le tende per creare intercapedini davanti a vetri, infissi, e porte esterne. 
Il ricambio d’aria nei locali deve avvenire in tempi rapidi e con le finestre spalancate, mentre è controproducente tenere le finestre socchiuse per ore.
8.  SCALDABAGNO: controlliamo la temperatura dell’acqua dello scaldabagno. È inutile tenere il termostato del boiler oltre i 60°C. Lo stesso vale anche per l’acqua necessaria al riscaldamento;
9. AUTOMOBILE: utilizziamola il meno possibile e, se necessario, condividiamola con chi fa lo stesso tragitto. Altrimenti, cerchiamo di recarci al lavoro con i mezzi pubblici o la bicicletta;
10. PNEUMATICI: attenzione alla pressione se è inferiore a 0,5 bar, l’automobile utilizza il 2,5% in più di carburante. 
Inoltre, utilizzando un olio a bassa viscosità per il motore, si può ridurre il consumo di carburante di oltre il 2,5%. 
Anche in automobile non abusiamo dell’aria condizionata: i consumi complessivi aumentano del 5% circa.

Attraverso l'adozione dei suggerimenti del Decalogo contribuiremo anche noi nel nostro piccolo e nella nostra vita quotidiana a:
- Ridurre gli sprechi;
- Incentivare la mobilità sostenibile (bici, car sharing, mezzi pubblici, andare a piedi)
- Ridurre la produzione di rifiuti (raccolta differenziata, riciclo e riuso) e lospreco di cibo.

M'illumino di meno, promossa da Caterpillar (in onda su Radio 2 il 17 febbraio con doppio appuntamento alle 6 e dalle 18 alle 19.30) è ormai giunta alla sua ottava edizione e si propone di sensibilizzare tutti ad un consumo energetico ecosostenibile, favorendo la razionalizzazione dei consumi. 
Testimonial speciali della giornata saranno i sindaci di tutta Italia, che cercheranno di mettere in atto il maggior numero possibile di comportamenti virtuosi. 
Gli ascoltatori invece sono invitati a diventare “ambasciatori del risparmio energetico” presso i propri amministratori, mettendosi per un giorno alle loro calcagna, documentando i loro sforzi con foto e video, in veste di “badanti dell’impatto ambientale”.
Tutti invece siamo invitati il 17 febbraio e anche dopo ad adottare i comportamenti virtuosi e migliorare il nostro stile di vita.

Anche A.E.C.I. | Associazione Eurocea Consumatori Indipoendenti aderisce per il terzo anno consecutivo a M'illumino di meno e si impegna a promuovere informazioni su comportamenti più ecocompatibili perché il risparmio energetico diventi una pratica quotidiana di tutti, e non solo in occasione di questa iniziativa. 

Segui i consigli di A.E.C.I. su come risparmiare e leggi Le nostre Guide su www.euroconsumatori.eu 

Roma, 15 febbraio 2012

A.E.C.I. è un Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHE' FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHE' ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]