GARANZIA PRODOTTI DIFETTOSI NON APPLICATA:LG, FIAT

14 novembre 2011

COMUNICATO STAMPA

GARANZIA ALL’ITALIANA: STORIE DI CONSUMATORI E GARANZIA SU PRODOTTI DIFETTOSI

FIAT, LG, SAMSUNG, ALCUNI DEI MARCHI CHE POCO FANNO PER SEMPLIFICARE UNA SITUAZIONE DI DISAGIO.

E’ bello e rassicurante acquistare un prodotto visto in TV. Siamo felici e certi che quel prodotto è per noi indispensabile, necessario, utilissimo, insostituibile e, soprattutto, il migliore rispetto ad altri prodotti simili di altri marchi. Ottime ragioni, insomma.
Quando si compra un frigorifero, un computer, un ferro da stiro, un’autovettura, ecc., quasi nessuno pensa che si possa rompere. E, invece, in Italia chiedersi al momento dell’acquisto come funziona la garanzia del prodotto e il post-vendita di un determinato marchio è importante. Perché può fare la differenza tra sonni tranquilli e ore spese a discutere con call centre e punti vendita.

Molti consumatori si sono rivolti ad A.E.C.I. dopo aver cercato invano di risolvere da soli il proprio problema di fronte a mura invalicabili, centralini gestiti da sintetizzatori insensibili e, soprattutto, punti vendita che ignorano le regole base dei contratti di compra-vendita.

Numerose le segnalazioni alla nostra Associazione di pratica non corretta seguita dai punti vendita: dallo scaricamento della responsabilità al centro assistenza o al produttore, alla richiesta di denaro per riparazioni in garanzia, a tempi di riparazione troppo lunghi, a negazione che ci si trovi di fronte ad un prodotto difettoso. Qualche mese fa A.E.C.I. aveva segnalato SAMSUNG che rifiutava di sostituire un televisore che per ben 7 volte era stato portato in assistenza.

FRIGORIFERO LG: INTERVENIRE 8 VOLTE NON SIGNIFICA CHE IL PRODOTTO SIA DIFETTOSO
È il caso di una signora che decide di acquistare un frigorifero del valore di quasi 2.000 euro. Di certo non un prodotto di basso profilo, ma quello che si chiama un TOP DI GAMMA. Da un frigorifero del genere tutto ci si aspetta tranne che si possa rompere. E invece proprio quello succede.
Inizia il calvario della signora che si rivolge innanzitutto (giustamente) al centro commerciale dove ha acquistato il prodotto (ELDO ITALIA SPA); il punto vendita, secondo una prassi divenuta ormai consueta, non si cura minimamente del problema e invita/costringe la signora a rivolgersi direttamente al produttore LG ELETRONICS ITALIA SPA. Da LG nei confronti di una cliente che ha speso quasi 2.000,00 euro per un proprio prodotto ci si aspetterebbe un trattamento con i guanti. Nemmeno per sogno.
La signora contatta l’assistenza che interviene per ben 8 volte sullo stesso prodotto. Otto interventi dovrebbero far pensare al produttore (LG ELETRONICS ITALIA SPA) che ci si trova davanti ad un prodotto non conforme e che si debba intervenire sostituendo il prodotto difettoso con uno di pari o superiore livello commerciale. E invece LG ELETRONICS ITALIA SPA ha, sinora, negato l’assistenza.
Ai consumatori l’ardua sentenza. Valutare, cioè, se rivolgersi a venditori come ELDO e acquistare prodotti della LG ELETRONICS ITALIA SPA
.

FIAT PANDA E GLI STANDARD DI “QUALITA’” FIAT
Si può acquistare un’automobile FIAT PANDA nel 2010 e percorrere in un anno poco più di 2000 chilometri?? Certamente sì, se l’automobile in questione è ferma nel centro assistenza FIAT dopo l’ennesimo intervento sulla stessa tipologia di difetto.
Questo è quello che è accaduto ad una signora di Roma che ha deciso di acquistare una Panda per sostituire la sua vecchia vettura. L’acquisto viene fatto nel mese di novembre 2010 (un anno fa) e sin da subito l’auto ha manifestato importanti difetti di stabilità, pericolosi anche per la sicurezza e incolumità dei passeggeri.
La concessionaria FIAT ha naturalmente messo a disposizione la vettura di cortesia, ma la signora in questione ha riportato al punto vendita per ben 3 volte la vettura per lo stesso difetto. E in tutti i casi al ritiro era stata rassicurata del fatto che il problema era stato risolto.
5.000 euro: a tanto ammonta il valore delle riparazioni effettuate. È legittimo affermare che ci si trovi di fronte ad un prodotto difettoso? È legittimo chiedere la sostituzione con una vettura nuova e perfettamente funzionante?
Ci lascia perplessi la risposta di FIAT. Dopo 8 mesi in assistenza senza riuscire ad eliminare un difetto di stabilità della vettura che ha 11 mesi di vita (difetto che pone a rischio la sicurezza dei passeggeri), FIAT risponde al reclamo in questa maniera:
“… la Fiat Panda targata xxxxxx è stata oggetto della nostra migliore attenzione. Dopo aver eseguito le verifiche tramite il nostro ente tecnico è emerso che la sua vettura sia stata ricondotta negli standard di prodotto”.
Dalla risposta FIAT saremmo indotti a pensare che lo stesso difetto della vettura faccia parte degli standard di qualità. Standard Fiat, evidentemente.
Lasciamo perdere la risposta della Concessionaria FIAT, che invece rifiuta la sostituzione della vettura perché su di essa è stato fatto “un banale intervento in garanzia” e concede l’utilizzo della vettura di cortesia finché il problema non verrà risolto. Tenere una vettura per 8 mesi in assistenza è, secondo FIAT, un banale intervento in garanzia.
Ai consumatori l’ardua sentenza. Conviene acquistare una vettura FIAT?

INFINE, è utile riepilogare i diritti del consumatore, come previsto dall’art. 130 del Codice del Consumo (D. Lgs. 206/2005):
- deve accettare la riparazione se il difetto è lieve, se è poco costosa e se rende il prodotto completamente “conforme” a quello che aveva inizialmente acquistato;
- deve accettare la sostituzione se la riparazione è impossibile o troppo costosa, oppure se non è fatta entro un congruo termine, oppure, infine, se arreca notevoli inconvenienti;
- può chiedere il rimborso del prezzo solo quando i precedenti rimedi non sono possibili o non vanno a buon fine. È possibile chiedere anche, a propria scelta, un parziale rimborso del prezzo, tenendo conto dell’uso per il quale il bene è stato acquistato.
Ricordiamo che per lo stesso Decreto Legislativo il venditore è e rimane il punto di riferimento per il consumatore.

La nostra Associazione di Consumatori ha già segnalato ELDO, LG ELETRONICS ITALIA SPA e FIAT all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che vigila sulle pratiche non corrette e, comunque, valuterà per questi ed altri consumatori non citati nel comunicato stampa eventuali percorsi meno conciliativi.

Ricordiamo che approfondimenti si trovano nel sito www.euroconsumatori.eu dove è inoltre possibile scaricare una piccola guida di approfondimento alla pagina http://www.euroconsumatori.eu/articolo/48.
Invitiamo tutti i consumatori a rivolgersi ad A.E.C.I. per far rispettare i propri diritti e farsi sostituire il prodotto difettoso con uno di pari o superiore livello commerciale.



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]