ROMA MERITA RISPETTO. ALEMANNO SI DIMETTA

9 dicembre 2010

La giustizia, gli acquedotti, la cultura, l’arte, gli alimenti, la repubblica, le strade, l’architettura, l’efficienza. Roma è stata il simbolo di tutto questo e di molto altro. Giulio Cesare preferì adottare un suo pronipote (Ottaviano) indicando di fatto la propria successione a scapito proprio del figlio. 
Cosa c’entrano le assunzioni clientelari scoperte in questi ultimi giorni con quello che è stata Roma, non solo per i romani stessi, non solo per gli italiani, ma per gran parte del mondo attuale?

Il Sindaco di Roma dovrebbe sapere quale ruolo importante acquisisce al momento della nomina. Qualche migliaio di museo (tra reperti archeologici, chiese, basiliche e musei stessi). 2800 anni di storia per questa terra che ha visto succedersi persone come Giulio Cesare, Ottaviano, Traiano e Adriano (solo per citarne alcuni).

Eppure il rispetto di una città che è patrimonio del mondo intero passa in secondo piano rispetto agli interessi personali, familiari e di appartenenza politica.

Roma e i Romani meritano rispetto e meritano:
1) UNA CITTA’ PULITA 
Che pulita non è. La cosa che si evidenzia è che Roma è sporca anche al centro. Cartacce, mozziconi di sigarette, ma anche motorini abbandonati si trovano anche al centro storico evidenziando lo scandalo a livello mondiale.
2) UNA CITTA’ SENZA BUCHE 
Sono sufficienti incrementi di precipitazioni piovose e le buche (che neanche puntualmente) vengono “provvisoriamente tappate” non solo si riaprono ma si estendono progressivamente. Dalla civiltà inventrice delle strade Roma è diventata la civiltà inventrice della “toppa”.
3) UNA CITTA’ CON TRASPORTO PUBBLICO EFFICIENTE
Tunisi ha 6 linee metropolitane. Teheran ne ha 4, Caracas 4, Taipei (Taiwan) ne ha addirittura 7. (vedere ARTICOLO  per approfondimenti). 
4) UNA CITTA’ CIVILE 
Una città che civile non è. Macchine in doppia fila. Persone che si sentono autorizzate a gettare cartacce in terra e/o a non raccogliere il bisogno del proprio cane. Nessuna politica di contrasto, esempi che autorizzano queste persone a perpetrare i loro atteggiamenti fanno si che questi comportamenti non vengano mai corretti. 
5) UNA CITTA’ CHE INVESTA NELLA CULTURA
Roma è una città che rappresenta l’essenza della cultura. Michelangelo, Caravaggio, Cicerone, Virgilio, Moravia, Morante per citarne alcuni o che furono importati per una città come Roma come per esempio Pasolini o Gabriele D’annunzio che scrissero romanzi ambientati a Roma. Inutile ricordare i film dedicati alla città eterna non ultimo il Gladiatore che ha portato l’icone di Roma città imperiale nel mondo. Il primo prodotto di Roma è la cultura.
6) UNA CITTA’ PER I CITTADINI
Una città dove i mezzi pubblici funzionano bene. Una città dove le strade non siano piene di buche, dove i marciapiedi siano liberi, dove non esistano barriere architettoniche fisse e mobili (automobili parcheggiate sui marciapiedi). Una città pensate per i cittadini e non per gli interessi dei politici.
7) UNA CITTA’ PER IL FUTURO
Una città civile porrebbe le basi per la città del futuro. Una città pensate per i cittadini e per il bene comune. 

La città del “cupolone e del colosseo” ma anche la città del Mosè di Michelangelo, della Cappella Sistina. La città della Fontana di Trevi merita un amministratore che pensi alla città e non ai propri interessi. A.E.C.I. LAZIO chiede a Gianni Alemanno di dimostrarsi politico e, quindi, di prendere una decisione che rappresenti gli interessi di tutti e non se stesso e che per questo rassegni le dimissioni nella speranza che si apra per Roma un tempo di rinascita che manca da ormai troppi anni. 



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]