AIAZZONE: PANMEDIA PEGGIO DI B&S

16 novembre 2010

PANMEDIA (NUOVO PROPRIETARIO DI AIAZZONE DAL 1 AGOSTO 2010) PROSEGUE SULLA SCIA DELLA VECCHIA PROPRIETA’: RITARDI, MANCATE CONSEGNE, CLAUSOLE VESSATORIE E ASSENZA DI RISPOSTE.

GRAZIE ALLE SEGNALAZIONI DI A.E.C.I. L’ANTITRUST E' PRONTA ALLA FASE ISTRUTTURIA.

Sono ormai centinaia i consumatori che si sono rivolti alla nostra Associazione di Consumatori perché hanno pagato mobili, o (peggio ancora) si sono coperti di debiti con le finanziarie per acquistare mobili che AIAZZONE, dopo mesi di attesa, non ha ancora consegnato.

Sono tre mesi che dormo per terra”, "abbiamo dovuto parcheggiare i bambini dai nonni", “siamo costretti a cucinare con i fornelli elettrici e a mangiare sul tavolino da campeggio”, “abbiamo dovuto comprare armadi da campeggio per difendere i nostri abiti dalla polvere”: queste alcune situazioni che i consumatori che si sono rivolti ad A.E.C.I. ci hanno raccontato.

Non appena A.E.C.I. ha ricevuto le prime segnalazioni, si è immediatamente attivata con la precedente società (la B&S S.p.A.) ed è riuscita a risolvere molti casi a favore dei consumatori (restituzione dei soldi, interruzione finanziamento, risarcimento dei danni o consegna dei mobili).

Da quando è subentrata PANMEDIA S.p.A. rileviamo una continua assenza e rifiuto di ogni forma di dialogo con la nostra Associazione di Consumatori. Quello che possiamo evidenziare è che anche il nuovo contratto che PANMEDIA fa sottoscrivere ai consumatori presenta clausole vessatorie, che in maniera totalmente squilibrata sono (ovviamente) a favore dell’Azienda (Panmedia) e a totale sfavore dei consumatori.

Tutto questo ci ha costretto per l’ennesima volta a interpellare con urgenza l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. Grazie alle numerose segnalazioni della nostra Associazione di Consumatori, la stessa Autorità ha aperto una fase di preistruttoria nei confronti di PANMEDIA S.p.A.

A.E.C.I. si augura  che l'intervento dell'Autorità sia rapido ed efficace, come nei confronti di EURO CONTENT LTD (sanzione da 960 mila euro, sempre su segnalazione anche di A.E.C.I.) in maniera da dare risposte concrete a quanti, pur avendo pagato migliaia di euro ad Aiazzone- Emmelunga/Panmedia, hanno le loro case prive di mobili. E in modo da impedire a quanti stanno per entrare nei negozi Aiazzone-Emmelunga/Panmedia di sottoscrivere nuovi contratti che non saranno onorati.

Nel frattempo suggeriamo a tutti coloroche vogliono acquistare mobili di evitare società che hanno un elevato livello di inefficienza e alle quali non sta a cuore la soddisfazione, il rispetto e i diritti dei consumatori.

Invitiamo, infine, tutti i consumatori disperati per le mancate consegne e in difficoltà con il pagamento del finanziamento a rivolgersi alla nostra Associazione di Consumatori che farà di tutto per portare il senso di giustizia anche tra i mobili di Aiazzone.



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]