BASTA CARTELLI SELVAGGI. NO AL VOTO A CHI SPORCA

2 marzo 2010

ROMA CITTA’ IN BALIA DELL’ATTACCHINAGGIO. ALEMANNO INTERVENGA E I CITTADINI NON VOTINO CHI SPORCA ROMA.

 

A.E.C.I. (Associazione Europea Consumatori Indipendenti) LAZIO controllore indipendente di chi amministra la cosa pubblica.

 

A.E.C.I. LAZIO –  E’ del tutto superfluo dire che Roma sia una città sporca. Basta fare un giro in qualsiasi quartiere, anche in centro e si è subito travolti dalla sporcizia: cassonetti pieni, buste della spazzatura abbandonate persino su marciapiedi, cartacce ovunque.

 

Ma, in vista delle elezioni 2010, la città eterna ha cambiato volto ed è stata tappezzata dal manifesto selvaggio. Lo ritroviamo non solo negli spazi predisposti, ma anche nei luoghi più bizzarri: sulle pareti di edifici storici e cavalcavia, sulle paline degli autobus e su cartelli stradali.

 

I candidati di tutti i partiti politici di destra e di sinistra, di partiti grandi e piccoli partiti e anche di semplici movimenti fanno a gara ad occupare per primi o per ultimi qualsiasi spazio. Nella giusta posizione, ma anche messi di traverso, basta che lo spazio sia delle misure del cartello elettorale.

 

Ma, oltre che abitanti della Regione Lazio, siamo prima di tutto cittadini di Roma: e, allora, chiamiamo all’appello il Sindaco Alemanno: basta con manifesti elettorali al di fuori degli spazi predisposti! Basta con edifici storici e cavalcavia tappezzati, basta con paline degli autobus e cartelli stradali illeggibili perché ricoperti dal volto e dallo slogan di questo o quel candidato.

 

Inoltre con il passare del tempo i vari strati di carta finiscono con lo staccarsi e diventano fonte di sporcizia immensa. Senza contare poi che con la pioggia possono diventare un vero pericolo per chi viaggia in moto e scooter.

 

Insomma è ora di dire Basta! Chiediamo un intervento risolutivo del Sindaco Alemanno, perché i cittadini romani hanno il diritto di avere una città pulita e di pretendere che gli organi preposti facciano rispettare le regole stabilite per l’affissione dei manifesti.

 

Invitiamo inoltre gli elettori a non votare gli esponenti politici che non rispettano la nostra città. Potremmo essere giustificati a pensare che chi non rispetta le regole, chi se ne frega di Roma non contribuendo a renderla più pulita, ma solo a sporcarla, non può essere considerato degno di essere eletto e rappresentare gli interessi dei cittadini.

 

A.E.C.I LAZIO ha iniziato una raccolta fotografica dei cartelli abusivi, che rendono Roma sporca e non accettabile. Aiutateci a raccogliere il materiale fotografico e speditelo a cartelli.abusivi@euroconsumatori.eu.

Le foto verranno poi pubblicate sul sito www.euroconsumatori.eu.

 

Roma 02 marzo 2010.

 

 



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]