A.E.C.I. FA SANZIONARE ANCORA UNA VOLTA SIA SHOPPING MALL SRL CHE PURE WATER SRL

6 aprile 2016

A.E.C.I. FA SANZIONARE DALL'ANTITRUST PER REITERAZIONE DI PRATICHE SCORRETTE SIA SHOPPING MALL SRL CHE PURE WATER SRL

Altro importante risultato della nostra associazione di consumatori che fa della difesa collettiva dei cittadini una propria mission da perseguire giorno dopo giorno.

E' oggi il caso di due vecchie nostre conoscenze: le società Shopping Mall Srl (ora Water Brain srl) e Pure Water Srl che sono state sanzionate a pagare rispettivamente 42.000,00 euro e 50.000,00 euro di sanzioni amministrative da parte dell’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato, per inottemperanza al provvedimento n. 25061 emesso nel 2014 e reiterazione di pratiche commerciali scorrette.

Le due società contattano ignari clienti, comunicando loro di essere stati sorteggiati ed essere vincitori di un “kit promozionale WATERLINE”, che poi si dimostrava essere tutt’altro che un premio.

Le segnalazioni pervenute ci raccontano che i clienti sono contattati telefonicamente da un operatore per conto della società SHOPPING MALL O PURE WATER per un’INDAGINE DI MERCATO e chiede di rispondere ad un sondaggio telefonico sul consumo di acqua. Si viene successivamente ricontattati e informati di essere stati SORTEGGIATI ed essere VINCITORI di un “kit promozionale waterline”. Tale kit prevederebbe il montaggio di un sistema di osmosi inversa finalizzato alla depurazione dell’acqua corrente, 13 filtri (da utilizzare 1 per all’anno), gas manuale, set bottiglie vetro, 12 bombole Co2 e 13 anni di assistenza.Costi del kit? È richiesto un versamento iniziale di 50-150 € e il pagamento di 4.680,00 € per l’assistenza da effettuare in contanti o da pagare tramite un finanziamento della durata di 13 anni (€ 360 all’anno). Il montaggio del kit avviene solitamente nei 10 giorni successivi alla sottoscrizione del contratto.

Tali pratiche erano già state sanzionate dall’Antitrust con provvedimento n. 25061/2014; in tale documento veniva affermato che il comportamento delle società “risulta aggressivo in relazione alla natura del processo di vendita, alla falsa attribuzione di premi ed alla minaccia di azioni legali, che in realtà sono radicalmente infondate, in modo da indurre il consumatore medio ad una decisione di natura commerciale che altrimenti non avrebbe preso, in violazione degli art. 21. Comma 1 e 2, 23 lettera u), 24 e 25 lettera e) e 26 lettera h) del Codice del Consumo…55. La condotta delle società Shopping mall e Pure Water va ritenuta inoltre non conforme alla diligenza ai sensi dell’art. 20 comma 2 del Codice del Consumo, normalmente richiesta a coloro che si interfacciano con i consumatori recandosi presso il proprio domicilio”.

Suddetto provvedimento non è stato ottemperato dalle società le quali hanno continuato a porre in essere le stesse pratiche commerciali scorrette.

A.E.C.I. LAZIO ha raccolto nel 2015 e 2016 ulteriori testimonianze di consumatori caduti nella “trappola del depuratore” e trasmesso tutto all’Antitrust.

A seguito di ciò è stato emesso ulteriore provvedimento, n. 25910/2016, da parte dell’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato con cui sono state comminate ulteriori sanzioni amministrative alle società Water Brain (Shopping mall) e Pure Water, rispettivamente di 42.000,00 e 52.000,00 euro.

SCARICA L'ALLEGATO [clicca sull’icona]



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]