AUTOSTRADE PER L'ITALIA-CASELLO DI ROMA SUD. RESTO SBAGLIATO: CHI AVRA' IL BLOCCO DELLE RICEVUTE

REGIONE: LAZIO

 

AUTOSTRADE PER L’ITALIA – CASELLO DI ROMA SUD

RESTO SBAGLIATO. CHI AVRA’ IL BLOCCO DELLE RICEVUTE???

 

Vogliamo raccontare un episodio che ci lascia enormemente stupiti! Per non dire rammaricati! A chi di voi è capitato di ricevere dalla cassa automatica del casello autostradale un resto sbagliato?! Ci auguriamo che sia accaduto ad un esiguo numero di utenti altrimenti…si può rischiare la vita!

 

In data 1 marzo 2015 alle ore 21.01 la conducente di una autovettura giungeva al casello di ROMA SUD  e versava in contanti l’importo del pedaggio autostradale. Si accorgeva subito che il resto era sbagliato pertanto per un solo euro di differenza provvedeva a chiedere la ricevuta all’operatore, immaginando di potersi recare in un tempo successivo, al PUNTO BLU più vicino per un importo che, seppur esiguo, risultava comunque mancante. Ed invece NO.

L’operatore (che risponde alla chiamata “SERVE AIUTO”) riscontrava di

PARCHEGGIARE LA MACCHINA, SCENDERE DALLA VETTURA LASCIANDO LIBERA LA CORSIA, RECARSI DALL’OPERATORE PRESENTE ALLE CASSE MANUALI, ATTRAVERSANDO A PIEDI LE CORSIE E CHIEDERE IL RIMBORSO IN CONTANTI.

MA NON VI E’ LA VOCE GUIDA ALLE CASSE CHE RIFERISCE “NON SCENDERE DALLA VETTURA???”

Alla domanda della conducente, spaventata circa una situazione un po’ pericolosa (sono le ore 21.00 circa e si evidenzia che dalle corsie circolavano le vetture che pagavano il pedaggio, senza voler considerare quelli con telepass con velocità più spedita) riscontrava che la procedura era quella.

SOLO PER FAR VALERE I PROPRI DIRITTI, e non per una somma così esigua, la signora parcheggiava la vettura (lasciando le 4 frecce ed ogni luce accesa al fine di essere notata) ed attraversava (sono sempre le 21.15 circa) le varie corsie, recandosi al box ove presente l’operatore manuale ed illustrava la problematica.

Quest’ultimo, intento a guardare la partita del milan, senza distogliere lo sguardo dalla palla, rispondeva che non aveva competenza in merito e, sempre intento alla partita chiamava telefonicamente altra persona. Nel frattempo la vettura era sempre ferma nel bel mezzo del casello di ROMA SUD e la signora in attesa ad un triangolo del marciapiede che separa le corsie.

Finalmente… dopo un po’ di tempo arrivava un tizio, alquanto annoiato forse del disturbo che, prima chiedeva alla signora un documento di identità – e la signora sempre in autostrada si recava in macchina per consegnarlo- poi si recava nello stesso box (seguito dalla signora) ove presente il cassiere dichiaratosi “senza competenze in merito” e chiedeva, urlando, un blocco per le ricevute.

L’operatore -senza competenze- adirato perché distratto dall’attenzione alla partita di calcio, riferiva al soggetto “competente” che avrebbe dovuto usare il suo e costui riferiva di non averlo, sempre urlando. Ed allora la signora, si recava con il tizio in altro box, alla ricerca del blocco ed anche qui, l’operatore attento a guardare la partita e sempre adirato per essere stato disturbato, affermava di non averlo e così…nuovamente e sempre insieme si recavano nel primo box dove IMPROVVISAMENTE l’operatore “senza competenze” estraeva dal cassetto il blocco per le ricevute!!!

Una ricevuta di un euro: SEMPLICE ED INVECE NO!!!

Bisogna compilarla: come si fa??

Cosa si intende per rilevato dalla cassa???

Una discussione tra i due volta a capire il significato dei termini grammaticali di quella ricevuta.

Risultato: la conducente si allontanava perché…alquanto sconfortata per tutta la vicenda che sembrava e sembra davvero ridicola.

NON SI PUO’ RISCHIARE LA VITA CIRCOLANDO A PIEDI TRA LE CORSIE DI UN CASELLO AUTOSTRADALE PER RECUPERARE UN RESTO ERRATO –PER COLPE NON IMPUTABILI AL CONDUCENTE -!!!

CHIEDIAMO AD AUTOSTRADE PER L’ITALIA DI:

  • RIMBORSARE IL CONSUMATORE,

  • ADOTTARE MISURE IDONEE PER I RIMBORSI PER EVITARE TALI SITUAZIONI DI PERICOLO;

  • FORMARE IL PERSONALE (IN TERMINI DI CIVILTA’, EDUCAZIONE E CORTESIA SAREBBE ILLUSORIO)

  • EVITARE CHE L’ATTENZIONE DEGLI OPERATORI (GIA’ SCARSA) SIA DISTOLTA DALLA TV….Se così non fosse stato il tentativo di cercare il blocco delle ricevute sarebbe stato effettuato!!

    A.E.C.I. ROMA SUD

     

    Di seguito i nostri recapiti:

A.E.C.I. ROMA SUD

VIA CASILINA 185 – 00038 VALMONTONE (RM)
VIA CAIROLI, 26 – 00044 FRASCATI (RM)

Tel/fax 0699367488 - Cell. 3481788786 - 3249959867

romasud@euroconsumatori.eu

 

AECI ROMA SUD non riceve alcun finanziamento da partiti e/o sindacati e si autofinanzia tramite le vostre tessere e contributi.

8 marzo 2016

Articolo a firma del responsabile Natalia Gioia che si assume totalmente la responsabilità del contenuto del presente articolo. Per comunicazioni dirette scrivere a: romasud@euroconsumatori.eu

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO