AVVISI BONARI REGIONE LAZIO PER ESENZIONE AL PAGAMENTO DEL TICKET: ANOMALIE ED INCONGRUENZE

REGIONE: LAZIO

Cari contribuenti, anche quest’anno il regalo di Natale è arrivato in anticipo! E’ di pochissimi giorni la notizia che molti associati hanno sottoposto all’attenzione della nostra Associazione dei Consumatori. Mittente:la Regione Lazio!   Destinatari: utenti di ogni età, anche minori!

Si tratta di avvisi bonari che nascono da presunti controlli effettuati sulle dichiarazioni dei redditi e che avrebbero come conseguenza la richiesta di restituzione di somme non corrisposte a titolo di esenzione del pagamento del ticket, per prestazioni rese dagli Enti del Servizio Sanitario Nazionale del Lazio.

Numerose sono state le richieste di chiarimento pervenute alla nostra Associazione da parte dei consumatori circa la legittimità e correttezza degli avvisi bonari anzidetti.

Alla base del predetto procedimento di “recupero” appaiano sussistere anomalie e incongruenze che priverebbero di legittimità le richieste inviate. Vuoi perché si riferiscono a prestazioni fruite nei (lontani!) anni 2009-2010, vuoi perché con essi la Regione paventa per il consumatore possibili conseguenze in ambito penale (316 ter e 640 bis codice penale) senza tenere conto degli ormai consolidati arresti giurisprudenziali di segno contrario, che prevedono l’applicazione in limite della sola sanzione amministrativa. (Cass. Pen., Sez. Un, Sent . 7573- 16/12/2010).

A.E.C.I. ROMA SUD  si è attivata per chiedere le necessarie delucidazioni alla Regione Lazio ed invita tutti i consumatori che ritengono di essere destinatari di un’ingiusta richiesta di pagamento a contattare l’Associazione ai numeri sotto indicati.

Si riportano le tabelle di esenzione del ticket per reddito e fasce d’età riportate sul sito della Regione Lazio:

o    Meno di 6 anni o piu` di 65 anni con reddito familiare inferiore a 36.165,98 euro (ex art. 8, comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni) 

  

o    Disoccupati - e loro familiari a carico - con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516 euro per ogni figlio a carico (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni); richiedenti asilo politico, anche coloro per i quali e` avvenuto il rigetto della domanda esclusivamente nel caso in cui questi ultimi abbiano fatto ricorso e finche` il suddetto ricorso non abbia esito (D.Lgs. 25 Luglio 1998 n. 286). 

  

o    Titolari di assegno (ex pensione) sociale - e loro familiari a carico - (art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni) 

  

o    Titolari di pensione al minimo, con più di 60 anni - e loro familiari a carico - - con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516 euro per ogni figlio a carico (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni) 

 

A.E.C.I. ROMA SUD

VICOLO DELLE COSTE 9 - LABICO (RM)

VIA CASILINA 185 – VALMONTONE (RM)

CORSO ITALIA 26 – FRASCATI (RM)

Cell. 3481788786 (sedi di Labico e Valmontone) – 3249959867 (sede di Frascati)

romasud@euroconsumatori.eu

AECI ROMA SUD non riceve alcun finanziamento da partiti e/o sindacati e si autofinanzia tramite le vostre tessere e contributi.

 

10 novembre 2015

Articolo a firma del responsabile Natalia Gioia che si assume totalmente la responsabilità del contenuto del presente articolo. Per comunicazioni dirette scrivere a: romasud@euroconsumatori.eu

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO