NUOVI INVESTIMENTI NEL LAZIO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA. ALTRI SPRECHI PER L'IMMONDIZIA DI ROMA

REGIONE: LAZIO

Mentre Clini giudica favorevolmente l’impegno economico di 128 milioni che la Regione Lazio stanzierà a favore della raccolta differenziata nella regione di euro di cui 52,8 milioni destinati alla città eterna A.E.C.I LAZIO denuncia l’inutilità, anzi lo sperpero totale di queste risorse.

Soprattutto a Roma, che ancora non progetta e non pensa alla raccolta porta a porta questi importi economici serviranno solo ad alimentare sperpero di denaro pubblico. I 52 milioni di euro finanzieranno un sistema che non produce risultati e che invece di razionalizzare la umilia ulteriormente.

Se si vuole puntare a ciclo intelligente dello smaltimento dei rifiuti bisogna riorganizzare l’intera filiera. Ma per fare questo dobbiamo sostituire gli amministratori che non sono e non saranno in grado di rivoluzionare il sistema dei rifiuti laziali e, quindi, non sono in grado di amministrare.

Gli amministratori che si sono susseguiti (di destra e di sinistra) sono stati tutti schiavi a lacchè di personaggi proprietari di centri di smistamento che, dietro l’immondizia, fondano il proprio fulcro di potere economico e partitocratico. L’assioma “monnezza – partitocrazia” trova, evidentemente, concime e linfa vitale dalla stessa “monnezza”.

A.E.C.I. LAZIO è contraria allo sperpero di soldi che non serviranno a nulla se non ad alimentare un sistema che non produrrà risultati positivi lungo il tragitto della differenziata. Roma città eterna sarà e rimarrà lontano dalle capitale europee e mondiali. 

8 agosto 2012

Articolo a firma del responsabile Ivan Marinelli che si assume totalmente la responsabilità del contenuto del presente articolo. Per comunicazioni dirette scrivere a: i.marinelli@euroconsumatori.eu

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO