MUSICA PER ROMA. NUOVO CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE CON I SOLITI NOTI

REGIONE: LAZIO

Una novità spagnola e alcune conferme ad occupare le poltrone dell’ambitissimo Cda della Fondazione Musica per Roma, chiamata a rinnovare, con i soci Fondatori (Comune di Roma, Regione Lazio, Camera di Commercio e Città metropolitana) il vertice dell’Istituzione musicale. Indicati lunedì, dopo una breve consultazione, i nomi dei membri del nuovo Consiglio di Amministrazione. Il Comune di Roma ha proposto la riconferma del presidente Aurelio Regina (Confindustria) e indicato il nuovo amministratore delegato, nella persona di José Ramon Dosal Noriega, come da statuto e a seguito della call internazionale a cui hanno partecipato 141 manager. Il vice presidente è stato invece indicato, sempre da statuto, dalla Camera di Commercio nella persona di Lavinia Biagiotti.
I membri del Cda in totale sono 15 più il membro di diritto, ovvero il presidente di Santa Cecilia Michele Dall’Ongaro. Di seguito i nomi scelti: Luigi Abete, Stefano Barigelli, Lavinia Biagiotti, Azzurra Caltagirone, Giovanni Castellucci, Umberto Croppi, Sabrina Florio, Gianni Letta, Nicola Maccanico, Valter Mainetti, Giovanni Malagò, Paola Manfroni, José Ramon Dosal Noriega, Francesca Pasinelli e Aurelio Regina. Il nuovo Cda si insedierà a settembre per procedere anche alla nomina ufficiale dell’amministratore delegato.

I soliti noti onnipresenti nei Palazzi Romani come Letta, Biagiotti e Caltagirone dimostrano che il nuovo corso non è all'insegna della novità.

14 agosto 2015

Articolo a firma del responsabile Ivan Marinelli che si assume totalmente la responsabilità del contenuto del presente articolo. Per comunicazioni dirette scrivere a: i.marinelli@euroconsumatori.eu

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO