ATAC: NUOVI SISTEMI DI CONTROLLO SUI DIPENDENTI ED ECCO LE PRIME SORPRESE.

REGIONE: LAZIO

Partiamo dal fatto che è paradossale che ATAC si doti di sistemi di verifica automatici della presenza sul posto di lavoro soltanto nel 2015 e, ad essere maliziosi, viene da pensare che, di fatto, sono stati individuati le motivazioni di alcune delle anomalie del trasporto pubblico romano.

Riportiamo il comunicato integrale:

Problematiche correlate a comportamenti individuali per l´avvio del sistema automatico di rilevazione delle presenze

Nel corso della giornata odierna,  la linea B della metropolitana, la linea Roma-Viterbo e, più limitatamente, la linea Roma-Lido e la linea A della metropolitana hanno subito imprevisti rallentamenti per l´improvvisa indisponibilità di convogli o di personale di condotta.

Il fenomeno, che ha riguardato in particolare la linea B, sembra risentire di comportamenti correlati all´estensione, in conformità con le previsioni di legge in materia di orario di lavoro, anche al personale operativo della sperimentazione di sistemi automatici di rilevazione delle presenze, peraltro già in uso per il restante personale dell´azienda.

Atac è fortemente impegnata in un processo di cambiamento organizzativo e di normalizzazione che riguarda la gran parte delle funzioni aziendali nella prospettiva, da un lato, di migliorare l´affidabilità nelle prestazioni di servizio erogate e dall´altro di conseguire livelli di efficienza e produttività in linea con gli standard dei migliori operatori del settore.

La riorganizzazione del sistema produttivo resta pertanto al centro del cambiamento necessario per conseguire con successo gli obiettivi che l´azienda si è data con il piano industriale approvato dal Consiglio di Amministrazione alla fine dello scorso anno.

In questo quadro sono state avviate e sono tutt´ora in corso negoziazioni con le Organizzazioni Sindacali per la individuazione di concerto con le medesime, di soluzioni e misure atte a superare ogni e qualsivoglia impedimento di carattere normativo rispetto ai citati obiettivi del piano presentato e condiviso con tutti gli stakeholder.

2 luglio 2015

Articolo a firma del responsabile Ivan Marinelli che si assume totalmente la responsabilità del contenuto del presente articolo. Per comunicazioni dirette scrivere a: i.marinelli@euroconsumatori.eu

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO