NEGLIGENZA MEDICA: ottenuto risarcimento di € 3.000,00

REGIONE: SICILIA

Qualche mese fa' giunse presso i ns. uffici, un signore chiamato Sergio, egli si presentò alla nostra porta con una mano in una mascella e con voce tremante, borbottando mi chiese qualcosa, che io, li per li, non riuscii a capire, gli domandai allora, se si fosse sbagliato a venire da noi, forse stava  cercando uno studio dentistico, ma lui, continuando a lamentarsi e sempre a borbottare, entrava a passo lento, appena arrivò davanti alla sedia, lo invitai a sedersi, gli chiesi se voleva dell'acqua, e lo lasciai un po' li, buono buono. Trascorsi un po' di minuti, gli dissi, di essersi sbagliato, e che il dentista, si trovava più avanti, gli indicai lo studio medico in zona, e lo inviai ad uscire, ma lui, sempre con la mano in una mascella, mi guardò e mi rispose; no! no! cercavo proprio voi, Associazione dei Consumatori? Si, risposi io, esclamando con tono forte e deciso: mi disse; non ho dubbi, sono nel posto giusto!!

Messo a suo agio, finalmente iniziò a raccontare quello che gli era accaduto, in pratica, era appena stato dal suo dentista, il quale, con molta arroganza lo mise alla porta e lo allontanò dal suo studio presso cui si trovava per le terapie necessarie da lui stesso prescritte, in pratica doveva eseguire: una rimozione di un ponte, un rifacimento di uno nuovo in ceramica, qualche devitalizzazione e varie otturazioni per un totale di € 4.400,00. Sergio aveva stabilito la modalità di pagamento, infatti, tramite accordo, Sergio doveva versare ogni mese la somma di € 400,00, fino al totale soddisfo, ma, proprio quel giorno, il medico gli chiese una somma più cospicua, dicendo, che se non avesse versato più soldi non avrebbe più continuato a curarlo, Sergio, ovviamente dispiaciuto, rispose che gli accordi precedentemente con lui presi non erano stati questi e anche perchè, non disponeva di tale somma, a questo punto il medico, con molta leggerezza e incurante di tutto ciò,  lo cacciò via dal suo studio.

Una situazione incresciosa e lesiva di ogni diritto, dove i soldi fanno sempre da padrone e comunque prevalgono ad ogni costo. Almeno i medici, unici nella loro professione, dovrebbero avere, umanità e cuore in quello che fanno, ma purtroppo ci rendiamo conto che è solo utopia.

Sergio ha ottenuto un risarcimento danno di € 3.000,00 in via stragiudiziale in un Organo di Mediazione ADR. per negligenza professionale medica.

29 marzo 2015

Articolo a firma del responsabile Agostino Curiale che si assume totalmente la responsabilità del contenuto del presente articolo. Per comunicazioni dirette scrivere a: palermo1@euroconsumatori.eu

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO