GRAZIE AI POTENTI MEZZI PUBBLICI ROMANI, AL TRAFFICO CITTADINO LA BICI A ROMA E' IL MEZZO PIU' VELOCE

REGIONE: LAZIO

Anche quest'anno è la bicicletta a tagliare il traguardo e ad aggiudicarsi così il "Trofeo Tartaruga" impiegando solo 20 minuti per finire il persorso. La gara ha i visto i concorrenti sfidarsi in una competizione per individuare il mezzo più veloce, più economico e meno inquinante per muoversi in città tra: metropolitana, bici, scooter e auto elettrica. 

Partenza da piazza Gondar (nei pressi della stazione Nomentana), con una tappa alla stazione Tiburtina e l'arrivo previsto a Termini, per un tragitto complessivo di cinque chilometri.

Organizzatori della manifestazione sono stati Legambiente e Ferrovie dello Stato con la partecipazione del ministero dell'Ambiente nell'ambito degli eventi che accompagnano il Treno Verde.

Il presidente di Legambiente Lorenzo Parlati: "Si tratta di un percorso che attraversa le zone più critiche della città di Roma per quanto riguarda l'inquinamento atmosferico e la mobilità, dove poco o nulla è stato fatto per la riduzione del traffico. Anche oggi è stato dimostrato che il treno metropolitano resta sempre di più un'infrastruttura centrale, ma in attesa dell'entrata in funzione della linea C è venuto il momento di ridiscutere di come migliorare la qualità del servizio, come tornare a investire sul trasporto su ferro, non solo in città ma nell'area romana più ampia. Da anni, invece, si è fermi con gli investimenti in questo settore: la regione investe solo lo 0,13% del suo bilancio, pari a circa 35 milioni di euro".

22 marzo 2013

Articolo a firma del responsabile Ivan Marinelli che si assume totalmente la responsabilità del contenuto del presente articolo. Per comunicazioni dirette scrivere a: i.marinelli@euroconsumatori.eu

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO