L’ADDIO INEVITABILE DI IGNAZIO MARINO

Roma - 08 ottobre 2015  - In queste ore, molto probabilmente, si consuma l’addio del primo cittadino romano. Schiacciato, giustamente, dall’uso improprio di risorse pubbliche. Un sindaco probabilmente osteggiato sin dall’inizio. Un marziano che si è mosso però come un elefante all’interno di una cristalleria.

Se da una parte è possibile pensare a complotti provenienti anche dal suo stesso partito dall’altra è inevitabile pensare che proprio Marino si è dato la zappa sui piedi da solo. Inutile ora rievocar le varie vicende dubbie (a partire dalle sanzioni alla panda rossa), ma è, a questo punto, inevitabile, l’addio del primo cittadino.

La nostra Associazione di Consumatori è certamente favorevole alle dimissioni di un Sindaco che ha tradito la fiducia dei propri cittadini. Come i suoi predecessori, che probabilmente hanno realmente saccheggiato come i Barbari la città capitale, Marino non è stato innanzitutto in grado di dare risposte concrete a una città come Roma. Rimangono i temi della sporcizia, dell’inefficienza della mobilità pubblica, di una città piano piano diventata quasi invivibile.

Riteniamo che ci siano state ottime delibere dell’amministrazione Marino ma che non hanno centrato i veri temi della città. I vari interventi,  camion bar, tavoli selvaggi, isole pedonali sono stati, di fatto, esclusivamente palliativi a cui la nostra Associazione di Consumatori ha aderito con favore. Ma i veri problemi di Roma, pulizia, viabilità, sicurezza, servizi comunali generici sono rimasti del tutto inefficienti.

La speranza è che il prossimo Sindaco parta dalle poche delibere buone dell’amministrazione Marino e arrivi a far diventare Roma una vera città europea dove pulizia e mobilità pubblica offrano standard d’efficienza normali.

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]