AEROPORTO DI FIUMICINO ANCORA DISAGI PER VIAGGIATORI.

Roma - 30 luglio 2015  -  Questo mese di luglio 2015 non dà pace ai trasporti romani: dopo i rallentamenti e i numerosi guasti patiti dalle metro A e B e dai convogli regionali, che in alcuni momenti hanno praticamente paralizzato la circolazione, in questi giorni è toccato all’aeroporto di Fiumicino: nel pomeriggio di ieri, 29 luglio, infatti, un incendio nella pineta alle spalle dello scalo Leonardo Da Vinci ha causato la chiusura di alcune piste e la cancellazione o ritardo di numerosi decolli o atterraggi. Tali limitazioni operative hanno causato non pochi disagi alle tante persone che avevano programmato nella giornata di ieri la partenza per le proprie vacanze estive: i ritardi dei voli sia nazionali che internazionali accumulati dalle compagnie aeree, sono stati ingenti.

Il tutto confermato dall’ENAC (Ente nazionale per l’aviazione civile): “L'ENAC informa che l'Aeroporto di Roma Fiumicino nel pomeriggio di oggi, 29 luglio 2015, ha subito delle limitazioni operative a causa di un incendio che ha interessato alcune zone limitrofe allo scalo, ma esterne al perimetro aeroportuale. In particolare i voli in partenza sono stati interdetti in quanto la pista 2 è stata chiusa dalle ore 14:20 alle ore 15:45. La pista 3, quella solitamente dedicata agli atterraggi, è sempre stata operativa. La pista 1, invece, è rimasta chiusa per consentire le attività di spegnimento dell'incendio. Dalle ore 15.45 circa lo scalo di Fiumicino sta riprendendo lentamente a operare con flussi ritardati per non interferire con i mezzi aerei utilizzati per le operazioni di spegnimento dell'incendio. La società di gestione dello scalo, Aeroporti di Roma, è al lavoro per ripulire le piste dai detriti dell'incendio, mentre personale della società è presente in aerostazione per fornire informazioni ai passeggeri dei voli coinvolti nei ritardi.”

La lenta ripresa verso la normalizzazione dei voli, quindi, si è avuta solo nel tardo pomeriggio ma ancora ora i passeggeri, sui social, lamentano ritardi da 1 fino a 4 ore per molti decolli, ritardi causati da una vera e propria reazione a catena.

Ma le disavventure per i passeggeri non finiscono qui: un blackout di questa mattina sta creando non pochi problemi allo scalo. Dalle prime notizie on – line abbiamo appreso che, intorno alle ore 11.50 di oggi, 30/07/2015, vi è stata una mancanza improvvisa di corrente elettrica in tutto lo scalo romano, per circa 15 minuti, che ha causato e sta causando criticità ai check-in e ai gate dell’aeroporto.

Se ancora non è certo che tale blackout è da ricondurre all’incendio di ieri, una cosa sicuramente è certa: questo luglio 2015 verrà ricordato da migliaia di passeggeri e turisti romani.

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]