MENO F35 PIU' SERVIZIO PUBBLICO

Roma - 29 luglio 2015  - L’Italia è un paese davvero strano. Un paese che preferisce spendere miliardi per l’acquisto di aerei da combattimento sola che investire nella salute dei propri cittadini.

A.E.C.I. è certamente favorevole al controllo della spesa pubblica specialmente per la voce di bilancio più importante dove, certamente, si nascondono sacche di corruzione e malversamenti di denari pubblici.

Il paradosso di questo paese è che, come sempre, da parte di ogni governo di destra o di sinistra cerca di trovare risorse pubbliche nelle voci di bilancio.

La differenza tra tagli lineari e tagli programmatici è data dallo studio di settore. Studio di settore che evidente i nostri politici hanno preferito non fare ed optare per tagli lineari senza alcuna strategia di sviluppo.

Ovviamente, come sempre in  Italia, tutto questo cadrà nel vuoto ma uno studio commissionato da Microsoft a Netics dimostra che ci sono importanti margini di risparmio nella Pubblica Amministrazione italiana, sfruttando le potenzialità della comunicazione integrata e della collaborazione e ottimizzando l'infrastruttura di telecomunicazioni per ridurre le trasferte e migliorare la produttività dei dipendenti.

È certamente il momento, visto i tempi che corrono e i buoni propositi di revisione della spesa. Per contro, lo scetticismo scatta inevitabilmente, considerati i precedenti e dato lo sconforto di quanto si è visto in parlamento. La speranza è però ultima a morire e allora ben vengano contributi come questo di Microsoft.

Lo studio intitolato "La comunicazione digitale al servizio della Spending Review" mostra che, attraverso un'operazione di diffusione delle tecnologie di comunicazione integrata e collaborazione negli enti pubblici in Italia, si potrebbero generare risparmi pari a circa 1.381 euro/anno per dipendente, con un valore assoluto complessivo a livello di Sistema Paese superiore ai 2,9 miliardi di euro all'anno.

Il risultato è ottenuto analizzando la spesa in telecomunicazioni della PA e quella riconducibile a riunioni e trasferte dei dipendenti pubblici, che nel complesso ammontano a un totale di circa 3,755 miliardi di euro/anno (1.788 euro/anno per dipendente).

Per scaricare il documento seguire il link http://www.euroconsumatori.eu/articolo/466

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]