VODAFONE STATION: VODAFONE “ELIMINA” I SUOI EX CLIENTI A MODO SUO

Ancora una volta A.E.C.I., Associazione Europea Consumatori Indipendenti, dopo numerose segnalazioni di consumatori inviperiti, torna ad occuparsi di Vodafone Station.

A.E.C.I. qualche mese fa aveva posto l’attenzione su alcuni problemi segnalati all’Associazione e relativi ad un servizio fornito giudicato poco soddisfacente. Problemi dei consumatori con la navigazione ADSL, giudicata lenta, con difficoltà di accesso a determinati siti; problemi con la qualità del servizio telefonico (voce dell’interlocutore a tratti); problemi con l’assistenza degli operatori; e, soprattutto, problemi con la fatturazione dei servizi (fatture non corrispondenti al contratto sottoscritto).

Nella maggior parte dei casi trattati da A.E.C.I., sembrava trattarsi di un problema tecnico facilmente risolvibile, poiché Vodafone Station è un apparecchio che trasferisce la chiamata dal sistema fisso sulla linea mobile. Vodafone stabilisce un’area geografica entro la quale il consumatore può effettuare le telefonate, che saranno, in fase di fatturazione, considerate a tariffa flat (anche se trasferite su linea mobile).

 

Molti consumatori indispettiti dalle fatturazioni sballate e stanchi del disservizio si sono trovati nella condizione di dover chiedere il rientro al vecchio operatore. Ma la via crucis non finisce qui.

 

I clienti che hanno deciso di tornare al vecchio operatore si sono ritrovati “oscurati”, cioè non più raggiungibili dagli altri clienti Vodafone: è un caso? O Vodafone oscura chi torna al vecchio operatore?

 

Quindi… Vodafone prima ti invita a diventare cliente … poi ti crea una serie di disservizi per i quali non Vodafone non ha ancora predisposto nessun risarcimento automatico per i consumatori insoddisfatti. Quando, poi, il cliente, in preda alla disperazione decide di tornare al vecchio gestore, Vodafone opera in modo che tale cliente non possa più essere raggiunto dagli altri clienti Vodafone.

 

A.E.C.I. è all’erta e sempre dalla parte dei consumatori: ha predisposto uno sportello dedicato a tutti i consumatori e professionisti che hanno subito e stanno subendo questo comportamento illecito da parte di VODAFONE.

A.E.C.I. invita l’Autorità Garante per le Telecomunicazioni ad intervenire per punire tali comportamenti illeciti e per risolvere questo fastidioso problema.

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]