IGNOBEL ALL'ISTAT. SI RIDE PER NON PIANGERE.

L'Istituto nazionale di statistica, come si legge dal sito, è un ente di ricerca pubblico. Presente nel Paese dal 1926, è il principale produttore di statistica ufficiale a supporto dei cittadini e dei decisori pubblici. Opera in piena autonomia e in continua interazione con il mondo accademico e scientifico.

Dal 1989 l'Istat svolge un ruolo di indirizzo, coordinamento, assistenza tecnica e formazione all'interno del Sistema statistico nazionale (Sistan). Il Sistema è stato istituito con il d. lgs. 322/1989 come modificato dal dpr 166/2010 per razionalizzare la produzione e diffusione delle informazioni e ottimizzare le risorse destinate alla statistica ufficiale.

Del Sistan fanno parte l'Istat, gli uffici di statistica centrali e periferici delle amministrazioni dello Stato, degli enti locali e territoriali, delle Camere di Commercio, di altri enti e amministrazioni pubbliche, e altri enti e organismi pubblici di informazione statistica.

Come si sia ridotto, un Istituto di siffatta importanza ad essere, non solo tra i nominati, ma anche tra i vincitori degli Ignobel, potrebbe essere una domanda stupida.

Il Premio Ig Nobel , conosciuto in Italia anche come Premio Ignobel, viene assegnato annualmente a dieci ricercatori autori di ricerche "strane, divertenti, e perfino assurde", quel tipo di lavori improbabili che "che prima fanno ridere e poi danno da pensare". Lo scopo dichiarato del riconoscimento è "premiare l'insolito, l'immaginifico, e stimolare l'interesse del pubblico generale alla scienza, alla medicina, e alla tecnologia". I vincitori sono selezionati in base ad articoli pubblicati anche su riviste scientifiche autorevoli.

E' andato infatti all'Istat uno dei due Ig-Nobel vinti dall'Italia, i premi per la scienza 'folle' assegnati dalla rivista Annales of Improbable Research. L'Istat è stato premiato per aver compreso la prostituzione nel conteggio del Pil. Il secondo Ig-Nobel assegnato all'Italia è andato all'università di Bari è per aver misurato il potere 'antidolorifico' dell'arte. La cerimonia, che dal 1991 premia quanto di più stravagante venga prodotto in campo scientifico, è avvenuta nella notte a Boston.

Che sia assurda la chiave di lettura supportata dall'Istat è cosa quasi certa.

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!

A.E.C.I. è un Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHE' FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHE' ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]