IL GARANTE DEL CONTRIBUENTE. UTILE STRUMENTO PER I CITTADINI CONTRIBUENTI

L’art. 13 della legge 212/2000, recante “Disposizioni in materia di Statuto dei diritti del contribuente”, ha introdotto la figura del Garante del Contribuente ricorrendo in aiuto a “contribuenti” sollecitati continuamente da notifiche di cartelle esattoriali, tributi e non solo.

L’attività del Garante è, infatti, diretta sia a tutelare i diritti dei contribuenti lesi da atti e comportamenti degli uffici finanziari, sia a svolgere funzioni propulsive nei confronti dell’Amministrazione finanziaria affinché venga assicurato il sistema di garanzie previste dall’ordinamento tributario in favore del contribuente. Nello specifico, la legge gli riconosce il potere di intervenire ogni qualvolta, su segnalazione dell’interessato o d’ufficio, rilevi un comportamento degli uffici non conforme alle disposizioni o ai principi enunciati nello Statuto.

Il consumatore può rivolgersi al Garante inviando un’istanza contenente i propri dati segnalando eventuali disfunzioni, irregolarità, scorrettezze, prassi amministrative anomale o irragionevoli o qualsiasi altro comportamento suscettibile di pregiudicare il rapporto di fiducia tra i cittadini e l’Amministrazione finanziaria. Il Garante, al termine dell’attività svolta a seguito della segnalazione, ne comunica l’esito alla Direzione regionale o al comando di zona della Guardia di finanza competente nonché agli organi di controllo, mettendone a conoscenza anche l’autore della segnalazione.


Il Garante del Contribuente è un organo autonomo e collegiale composto da tre membri scelti tra tre tipologie di professionisti esperti di tematiche fiscali istituito presso ogni Direzione regionale dell'Agenzia delle Entrate e costituisce un valido strumento di tutela e di mediazione tra i cittadini e l'Amministrazione finanziaria. Il Garante, anche sulla base di segnalazioni inoltrate per iscritto dal contribuente o da qualsiasi altro soggetto interessato:


• presenta richieste di documenti e chiarimenti agli uffici, i quali devono rispondere entro 30 giorni;

• rivolge raccomandazioni ai dirigenti degli uffici ai fini della tutela del contribuente e della migliore organizzazione dei servizi e li richiama al rispetto delle norme dello Statuto del contribuente o dei termini relativi ai rimborsi d'imposta;

• accede agli uffici stessi per controllare la loro agibilità al pubblico nonché la funzionalità dei servizi di informazione e assistenza;

• attiva l'autotutela;

• segnala norme o comportamenti suscettibili di produrre pregiudizio per i contribuenti;

• presenta una relazione semestrale al Ministro dell'Economia e delle Finanze.

Annualmente il Garante deve presentare direttamente al Governo e al Parlamento una relazione sull'attività svolta per fornire utili notizie e dati sullo stato dei rapporti tra fisco e cittadini, al fine di tutelare e rispettare i diritti del contribuente nel campo della politica fiscale. Fonte: Agenzia delle Entrate.                                   

L’attività del Garante è, infatti, diretta sia a tutelare i diritti dei contribuenti lesi da atti e comportamenti degli uffici finanziari, sia a svolgere funzioni propulsive nei confronti dell’Amministrazione finanziaria affinché venga assicurato il sistema di garanzie previste dall’ordinamento tributario in favore del contribuente. Nello specifico, la legge gli riconosce il potere di intervenire ogni qualvolta, su segnalazione dell’interessato o d’ufficio, rilevi un comportamento degli uffici non conforme alle disposizioni o ai principi enunciati nello Statuto.

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]