IL DECRETO DEL FARE PORTERA' RISPARMIO SULLE BOLLETTE DEI CONSUMATORI: DI 5 EURO !!!

Roma - (Adnkronos) - I calcoli presentati dal presidente di Nomisma, Davide Tabarelli: "Per le imprese il risparmio sarà più forte, ma serve una vera politica energetica". La riduzione, pari a 550 milioni, del prezzo dell'energia elettrica, deliberata dal governo Letta nel decreto del Fare


Roma, 18 giu.(Adnkronos) - Il taglio di oltre 500 milioni di euro deciso per le bollette dal decreto del Fare approvato sabato dal governo si tradurrà "per una famiglia-tipo, che consuma circa 2700 chilowatt/ora, in una riduzione di circa 1 o 2 cent di euro a kw/h, che tradotto su base annuale vuol dire solo circa 5 euro di risparmi a famiglia su una spesa media di 550 euro annuali". Sono i calcoli presentati nel corso dell''Economia Prima di Tutto" su Radio1 Rai dal presidente di Nomisma Energia, Davide Tabarelli.

"Per le imprese, ovviamente in particolare per quelle che consumano molto - continua - si tratta di un risparmio più forte, che a seconda dei consumi puo' essere anche di 10 mila euro: poca roba però rispetto agli aumenti registrati negli ultimi anni".

"Insomma - conclude Tabarelli - è un inizio ma è un po' poco: queste misure vanno bene, pero' dobbiamo tornare alle basi, ai fondamentali della politica energetica. Bisogna agire sulle strutture, cercare di ridurre la nostra forte esposizione dal prezzo del petrolio".

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!

A.E.C.I. è un Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHE' FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHE' ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]