FINANZIAMENTI PARTITI: OK AD ABROGRAZIONE

"Nel Cdm di oggi abbiamo trovato l'accordo sull'abrogazione del finanziamento pubblico dei partiti. Ora la Ragioneria deve preparare le norme fiscali del ddl". E' Enrico Letta, via Twitter, ad annunciare che il Consiglio dei ministri ha approvato le linee guida dell'abolizione del finanziamento pubblico dei partiti. Sarà un disegno di legge a contenere tutte le novità, e sarà varato nelle prossime settimane.

L'anticipazione di ieri: saranno i cittadini a finanziare

Già ieri Letta aveva assicurato alla stampa he il governo "procederà spedito" sull'abolizione dei finanziamenti, sostituendoli con varie forme di contribuzione dei cittadini agevolate fiscalmente. "La politica deve recuperare credibilità e l’intervento non sarà contro i partiti, ma a favore di essi", ha detto Letta. "Non fare nulla, non rispondere alla domanda di sobrietà che arriva dall’opinione pubblica, sarebbe un suicidio. Vorrebbe dire alimentare l’avversione dei cittadini verso la politica e favorire i movimenti populisti che cavalcano l’antipolitica".

Rimborsi solo sulle spese documentate

A palazzo Chigi da qualche giorno, i tecnici stanno lavorando sul testo di riforma il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Filippo Patroni Griffi. Qualche anticipazione l'ha data il ministro delle Riforme, Gaetano Quagliariello davanti alle commissioni Affari costituzionali di Camera e Senato.
Il testo prevede il rimborso delle spese sostenute in campagna elettorale solo a fronte di "documentazione idonea". Mentre l’erogazione diretta di denaro ai partiti sarà sostituita con la fornitura di servizi.
 
Contributi privati e sgravi fiscali

Il denaro dello Stato potrebbe essere sostituito da quello dei cittadini, che sarebbero incentivati a finanziare il proprio partito, attraverso forme di sgravi fiscali.

fonte: IL SALVAGENTE
 

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!

A.E.C.I. è un Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHE' FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHE' ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]