PAGARE UN BOLLETTINO POSTALE DAL SITO WWW.POSTE.IT UNA VERA E PROPRIA ODISSEA

Pagare bollettini sul sito di Poste Italiane a volte può diventare un'odissea. Ecco l'esperienza fatta da tomshw.it, tra un messaggio di errore e un servizio clienti inefficiente.

Provare per credere. Predisporre i bollettini di conto corrente in scadenza e tentare di pagarli online, sul sito di Poste Italiane. Con taluni bollettini tutto fila liscio come l'olio, con altri ci si può anche incaponire, ma il risultato è sempre lo stesso: messaggio di errore. Eppure non siete voi che sbagliate, balordo è il criterio con cui le Poste decidono che questo bollettino va bene e quell'altro no. Imperscrutabile, come i disegni celesti. E lasciate perdere ogni domanda al servizio clienti, tanto non vi rispondono.

Inutile anche lasciarsi guidare dalle sirene delle istruzioni. Se cliccate sul link "quali bollettini puoi pagare" ne verrete fuori ancora più confusi. È questione di numeri. Il sistema accetta alcuni conti correnti e altri no, ma non si può sapere prima. L'utente deve compilare il modulo, metterci conto, cifra da pagare, indirizzo, eccetera, e poi passare alla fase successiva. Se alle Poste garba si può pagare e completare l'operazione, altrimenti si torna alla casella precedente. Un po' gioco dell'oca, un po' roulette. Rien ne va plus, les jeux sont faits.
E pensare che Poste Italiane è stata una delle prime aziende italiane (ed europee) a introdurre servizi online. Già nel 2001 si poteva inviare un telegramma via web, spedire lettere e raccomandate, seguirne il viaggio con il tracking. Dodici anni fa era pionierismo puro. Oggi invece il cittadino digitale deve arrendersi all'arcano del bollettino buono e di quello cattivo e ripiegare verso la coda all'ufficio. Un passo avanti, due passi indietro.

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]