DOTTOR CUP PER LA RIDUZIONE DELLE LISTE DI ATTESA PER VISITE SANITARIE. A.E.C.I. LAZIO FAVOREVOLE ALL'INIZIATIVA

Le liste di attesa nel campo sanitario, oltre ad essere un caso di malagestione politica sono anche un vero e proprio problema per i cittadini che hanno problemi di salute e, come si dice spesso, con la salute non ci si scherza.

Non può essere che per un TAC (spesso vitale) si debbano aspettare mesi ed A.E.C.I. LAZIO plaude all'iniziativa della REGIONE LAZIO che ha deciso di operare (è proprio il caso di dirlo) per risolvere una situazione diventata endemica.

Dal sito della Regione Lazio si legge: "Per le visite e gli esami urgenti vai dal tuo medico di famiglia che per le patologie più serie ti garantisce l'appuntamento entro 3 giorni.
Inoltre, la Regione Lazio ha messo a punto un progetto pilota con l'obiettivo di incrementare la quota di esami e visite specialistiche, aprendo gli ambulatori anche nei giorni di sabato e domenica inizialmente in 3 strutture ospedaliere romane: San Giovanni, Sant'Andrea, San Camillo."

E' certamente un primo passo e speriamo che sia risolutivo per i cittadini più tartassati d'Italia. La Regione Lazio ha messo a punto un progetto pilota con l’obiettivo di incrementare la quota di esami e visite specialistiche, aprendo gli ambulatori anche nei giorni di sabato e domenica inizialmente in 3 strutture ospedaliere romane: San Giovanni, Sant’Andrea, San Camillo. Orari di lavoro: le dodici ore giornaliere.

Il piano sviluppato dalla Regione prevede innanzitutto l’identificazione di quattro categorie di pazienti, per stabilire le priorità d’accesso al nuovo servizio: urgenti, brevi, ordinarie e programmate. I degenti che dovessero rientrare nelle prime due classi, avrebbero diritto ad analisi ed esami immediati, da svolgersi entro 72 ore.

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]