VADEMECUM PER GLI ANZIANI: ATTENTI ALLA TRUFFA.

Le persone anziane sono tra le più deboli di quelle che si riferiscono alla nostra associazione. Spesso ci troviamo a dover risolvere problemi relativi a vere e proprie truffe. I problemi nascono innanzitutto dalla fiducia che danno o viene estorta con furberie di vario genere. Quindi ... il primo consiglio è quello di "fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio".

La Polizia di Stato ha redatto un utile vademecum che invitiamo tutti a stampare, e consegnare alle persone più anziane che, probabilmente, poco hanno a che fare con l'uso di internet.

In questa operazione quindi sono importanti soprattutto le persone che sono a fianco tutti i giorni a queste soggetti deboli.

Ecco il vademecum


1. Non aprire la porta di casa a sconosciuti anche se vestono un'uniforme o dichiarano di essere dipendenti di aziende di pubblica unità.

2. Verificate con una telefonata da quale servizio sono stati mandati gli operai che bussano alla vostra porta e per quali motivi. Se non ricevete rassicurazioni non aprite per nessun motivo.

3. Ricordate che nessun ente manda personale a casa per il pagamento delle bollette, per rimborsi o per sostituire banconote false date erroneamente.

4. Non fermatevi mai per strada per dare ascolto a chi vi offre facili guadagni o a chi vi chiede di poter controllare i vostri soldi o il vostro libretto personale anche se chi vi ferma è una persona distinta e dai modi affabili.

5. Quando fate operazioni di prelievo o versamenti in banca o in un ufficio postale, possibilmente fatevi accompagnare soprattutto nei giorni in cui vengono pagate le pensioni o in quelle di scadenza generalizzate.

6. Se avete il dubbio di essere osservati fermatevi all' interno di una banca o dell'ufficio postale e parlatene con gli impiegati o con chi effettua il servizio di vigilanza. Se questo dubbio vi assale per strada, entrate in un negozio o cercate un poliziotto ovvero una compagnia sicura.

7. Durante il tragitto di andata e ritorno dalla banca o dall'ufficio postale, con i soldi in tasca, non fermatevi con sconosciuti e non fatevi distrarre.

8. Ricordatevi che nessun cassiere di banca o di ufficio postale vi insegue per strada per rilevare un errore nel conteggio del denaro che vi ha consegnato.

9. Quando utilizzate il bancomat usate prudenza: evitate di operare se vi sentite osservati.

10. Per qualunque problema e per chiarirvi qualsiasi dubbio non esitate a chiamare il 113, saremo felici di aiutarvi.

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!

A.E.C.I. è un Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHE' FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHE' ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

NEWSLETTER

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]