5° CONGRESSO NAZIONALE A.E.C.I.: crisi economica e sovra indebitamento consumatori

Scoppiettante e sfaccettato il 5° Congresso Nazionale di A.E.C.I., dedicato alla crisi economica e al sovra indebitamento dei consumatori, tema di grande attualità sul quale A.E.C.I. ha fortemente voluto far incontrare attori provenienti da diverse realtà.

Nella bella sala del Mastio della Torre Civica di Bientina, lo scorso 23 luglio, accolti dalla calda ospitalità del Sindaco Dott. Corrado Guidi, sul tema si sono confrontati i rappresentanti delle autorità politiche, accademiche e associative.

Ancora una volta – dice Leonardo Peruffo, Presidente Nazionale A.E.C.I., nel discorso di apertura lavori -  il mondo economico è alla ricerca di tempi e metodi da far convergere su un obiettivo comune: rivitalizzare e potenziare una ripresa che, se pure lenta e difficoltosa, sta muovendo di nuovo i nostri mercati e le nostre aziende.

E dopo una rapida, approfondita e dolorosa panoramica sulle origini della crisi attuale e sui numeri negativi del nostro presente, sviscerata dall’analisi di Ivan MarinelliVice Presidente e Responsabile Comunicazione A.E.C.I. e inquadrata in ottica giurico-amministrativa dall’intervento dell’ Avv. Luigi Bosco (Luiss Guido Carli di Roma), si è aperto un ricco confronto sulle opportunità future e sulle proposte per aiutare la ripresa economica.

Necessario, produttivo e illuminante l’intervento di Mauro Manetti, Presidente di CONF.A.R. - Confederazione delle Associazioni Regionali - e  importante partner di A.E.C.I. Alla guida di una realtà che riunisce micro, piccole e medie imprese, in costante contatto anche con i principali Produttori del Paese, Mauro Manetti ha delineato la necessità di un’azione sinergica tra A.E.C.I. e la Confederazione delle Associazioni regionali. Un’attività incrociata che, attraverso la tutela e difesa del consumatore può e deve portare alla ripresa economica.

I numeri della crisi non sono semplici da affrontare, e sicuramente avranno delle conseguenze sui consumatori (dati CNEL – rapporto sul mercato del lavoro 2009 - 2010):
 - 5,1% PIL nel 2009
 - 2% produttività
 - 485.000 posti di lavoro tra il 2008 e il 2009
 - 8,7 % ipotesi tasso disoccupazione per 2010

Nel Sud la situazione è ancora più preoccupante, come ha evidenziato il rapporto 2010 SVIMEZ (Associazione per lo Sviluppo nel Mezzogiorno):
  14% delle famiglie vive con meno di 1000 € al mese (47% ha 1 solo stipendio)
  1 persona su 3 è a rischio povertà
  16,7% ha pagato le bollette in ritardo
  20% non ha avuto soldi per andare dal medico (il 25% in Sicilia e Campania)
  21% non ha avuto soldi per il riscaldamento (27,5% in Sicilia)
  30% non ha avuto i soldi per acquistare vestiti

Tutto ciò ha portato il consumatore, per  far fronte alle spese quotidiane, a cercare una fonte di credito alternativo a supporto dello stipendio, laddove presente: credito al consumo, scoperto, anticipo, cessione del quinto dello stipendio o della pensione, credito revolving, ecc.

In questo scenario diventa fondamentale allungare lo sguardo e vedere cosa accade in Europa relativamente alle politiche per i consumatori: “Un’oculata politica dei consumatori  - ci spiega l’ on. Paolo Bartolozzi, Deputato al Parlamento Europeo - deve garantire la sicurezza di prodotti e servizi, l’equità e la trasparenza dei mercati, affinché i consumatori possano effettuare scelte informate, assumere responsabilità per governare i loro interessi, escludere i commercianti disonesti, mettere al bando i prodotti alimentari e non alimentari importati da Paesi emergenti che mettono a rischio la salute dei consumatori, l’ambiente e danneggiano le piccole e medie imprese, nonché le industrie europee”.

E si ritorna alla necessità di trovare un filo di unione e congiunzione tra politiche dei consumatori, azione politica anche a livello europeo e azione delle piccole e medie imprese. E perché il cerchio si chiuda, perché  la sinergia funzioni, naturalmente, A.E.C.I. chiede aiuto e supporto anche a voi cittadini consumatori.

Per informazioni sul materiale del convegno: info@euroconsumatori.eu – tel. 06 45 10 914.

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!

A.E.C.I. è un Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHE' FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHE' ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]