NEGLI USA LA VOLKSWAGEN VIENE SANZIONATA DI 15 MILIARDI DI DOLLARI IN ITALIA DI 5 MILIONI DI EURO

Roma - 09 agosto 2016  - La notizia di oggi, Antitrust sanziona il gruppo Volkswagen per 5 milioni di euro per manipolazione del sistema di controllo delle emissioni inquinanti è, se confrontata con quella di pochi giorni fa, Volkswagen ha trovato un accordo negli Stati Uniti dovrà pagare più di 15 miliardi di dollari, e ha proposto diverse soluzioni per i proprietari dei veicoli "non idonei", totalmente ridicola.

La colpa non è certo dell’Antritrust.

Infatti, da come si legge dal comunicato dello stesso Antitrust Italiano alla Volkswagen AG e Volkswagen Group Italia S.p.A, è stata comminata “Una sanzione al massimo edittale di 5 milioni per aver posto in essere una pratica commerciale scorretta.

La pratica riguarda la commercializzazione sul mercato italiano, a partire dall’anno 2009, di autoveicoli diesel (con codice identificativo EA189 EU 5) la cui omologazione è stata ottenuta attraverso l’utilizzo di un software in grado di alterare artificiosamente il comportamento del veicolo durante i test di banco per il controllo delle emissioni inquinanti. Ciò al fine di fornire un risultato delle emissioni ossidi di azoto (NOx) più basso di quello ottenibile nella modalità che invece si attiva nel normale utilizzo del veicolo su strada.

Perché soltanto 5 milioni di euro

Il motivo è presto detto.

L'Autorità in tali casi può procedere ad istruttorie o indagini conoscitive, che possono concludersi con una diffida o una sanzione amministrativa. Nei procedimenti avviati per presunte violazioni della disciplina in materia di concorrenza, le sanzioni possono arrivare sino al 10% del fatturato dell'impresa. In caso di violazioni della normativa posta a tutela del consumatore, l'Autorità può irrogare sanzioni fino ad un massimo edittale di 5.000.000,00 euro.

Così è infatti stabilito dal comma 9, art.1, d.lgs. 21/2014 a modifica dell'art. 27 del Codice del Consumo. Proprio questo è il problema. Un vincolo che risulta essere una vera e propria beffa a danno dei consumatori italiani.

In questo modo mentre negli Stati Uniti il comportamento ingannevole della Volkswagen  ha creato un danno stimato ambientale e sanitario pari a 15 miliardi di dollari in Italia li condanniamo a 5 milioni di euro.


HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]