FALLIMENTO VIAGGI DEL VENTAGLIO: I CONSIGLI AI CONSUMATORI PER RECUPERARE I SOLDI SPESI

Dopo 34 anni, Viaggi del Ventaglio è arrivato alla fine del viaggio, e nella maniera peggiore: per fallimento. Il Tribunale di Milano ha dichiarato il crack dello storico Tour Operator, quotato anche in Borsa.

La dichiarazione di fallimento (buco da 200 milioni di euro e perdite per oltre 100 milioni) implica lo stato di insolvenza e si stabilirà se ci si trova di fronte anche alla bancarotta (semplice o fraudolenta). Così come sono da valutare anche i risvolti penali della faccenda.

Colpo duro anche per alcune società del Gruppo che hanno legato il proprio nome a Viaggi del Ventaglio: Best Tours, Columbus e Ventaclub.

Il problema più grosso è al momento per tutte quelle persone che avevano programmato le vacanze con Viaggi del Ventaglio e si sono viste annullare il proprio pacchetto a causa del disastro finanziario dell’Azienda.

Ma a questo punto, cosa possono fare i consumatori che hanno regolarmente prenotato e pagato?

In base all’art. 99 del Codice del Consumo (D.Lgs 206/2005) “l’organizzatore e il venditore devono essere coperti dall’assicurazione per la responsabilità civile verso il consumatore per il risarcimento dei danni” per “inadempimento o inesatta esecuzione delle prestazioni che formano oggetto del pacchetto turistico”, come recita sempre il Codice all’art. 95.

A.E.C.I. invita dunque tutti i consumatori a spedire - con raccomandata a/r - a Viaggi del Ventaglio e all’Agenzia di Viaggi, qualora il pacchetto sia stato lì acquistato, la richiesta della restituzione delle somme pagate per pacchetti turistici prenotati e annullati.

Il dubbio è lecito: come possono Viaggi del Ventaglio e le Agenzie di Viaggio aver continuato ad accettare prenotazioni per i pacchetti turistici, sapendo la spada di Damocle che pendeva sulle proprie teste?

Si valuterà con lo sviluppo della situazione la posizione assunta dalle Agenzie di Viaggio, che sicuramente non potevano essere all’oscuro di quanto stava per accadere.

A.E.C.I. chiede a Viaggi del Ventaglio una maggiore trasparenza. Chiede che Viaggi del Ventaglio metta sulla home page del proprio sito quantomeno una comunicazione che informi i visitatori e potenziali consumatori su quanto sta avvenendo e su come il Tour Operator intende risolvere la situazione.

Al momento infatti si nota la semplice aggiunta a piè di pagina dei termini “in liquidazione” all’intestazione dell’Azienda, che non costituisce adeguata informazione sullo stato dei fatti; così come la frase “sito fuori servizio per manutenzione” che appare nel momento in cui si tenta di finalizzare la prenotazione o di mettersi in contatto con l’Azienda.

A.E.C.I. sottoscrive la proposta avanzata da Adiconsum che per tutelare i viaggiatori chiede l’istituzione di un Fondo paritetico, alimentato con le multe comminate dall’Antitrust alle Agenzie di Viaggio e ai Tour Operator con quote, anche minime (1 euro), a carico di tutte le Aziende per ogni pacchetto viaggio venduto.

Come sempre, i nostri esperti restano a vostra disposizione per telefono (verificate la sede A.E.C.I. a voi più vicina), per e-mail (helpdesk@euroconsumatori.eu) e tramite la CHAT ON LINE su www.euroconsumatori.eu.

HAI BISOGNO DI AIUTO? RIEMPI IL FORM PER CONTATTARCI

I campi con * sono obbligatori
500 Caratteri rimanenti

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!



A.E.C.I. è un'Associazione di Difesa dei Consumatori presente sul territorio e con il suo sportello telematico. Grazie ai nostri consulenti ed avvocati difendiamo i tuoi diritti.
PERCHÉ FARSI TUTELARE DA A.E.C.I.
PERCHÉ ISCRIVERSI AD A.E.C.I.

ISCRIVITI

06 45 10 914

SCRIVICI

CHIEDI AIUTO

DALLE NOSTRE SEDI REGIONALI | [ARCHIVIO]